Paura in pieno centro a Nardò: 27enne colpito da un proiettile, subito condotto al ‘Fazzi’

Un 27enne è stato raggiunto da un colpo di pistola a Nardò mentre si trovava a due passi dal centro storico. La pallottola, fortunatamente, non ha colpito organi vitali. Il giovane si trova ora al ‘Fazzi’.

Sono stati veri e propri attimi di terrore quelli vissuti nel cuore del centro storico di Nardò, dove Giovanni Calignano, 27enne del posto già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco. Il ragazzo si trova ora ricoverato, in prognosi riservata, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove è stato trasportato d’urgenza a causa della gravità della ferita riportata. Fortunatamente, il proiettile non ha colpito organi vitali ma i medici che lo hanno preso in cura stanno monitorando costantemente le sue condizioni. La tac non ha evidenziato lesioni interne.
 
Cosa esattamente sia accaduto, in pieno giorno, in una delle città più popolate del Salento resta ancora avvolto nel mistero. Saranno i Carabinieri della locale stazione a tentare di far luce sulla vicenda. I colleghi della sezione rilievi scientifici dell’Arma, con l’aiuto di un metal detector, stanno ispezionando palmo a palmo il luogo in cui si sarebbe verificato l’agguato, alla ricerca di eventuali bossoli o di indizi utili a ricostruire il quadro. Il secondo passo sarà quello di controllare l’eventuale presenza di telecamere di videosorveglianza, installate nella zona.  
 
Stando a quanto trapelato, per ora non avrebbero trovato nulla di “interessante”. Nemmeno tracce di sangue per terra, né i fazzoletti eventualmente usati per tamponare la ferita.
 
Al momento, l’unico “appiglio” da cui partire è il racconto che lo stesso 27enne ha fatto agli uomini in divisa di quei drammatici momenti. Il giovane ha riferito di non essersi accorto di nulla fino a quando non è stato raggiunto dal colpo mentre si trovava in corso Galliano, a pochi passi da una pizzeria.
 
Non è chiaro, però, chi lo abbia accompagnato davanti al punto di primo intervento di Nardò. Su chi abbia fatto partire il colpo e soprattutto per quali motivazioni, ancora non è dato saperlo.



In questo articolo: