‘Pedalando in tutta fretta’ per rubare le biciclette. Denunciati due leccesi

In totale sono state sottoposte a sequestro 24 biciclette. Nei prossimi giorni le foto delle bici ritrovate verranno pubblicate nella Bacheca oggetti rubati sul sito www.poliziadistato.it ai fini dell’eventuale riconoscimento da parte delle vittime.

Scoperti e denunciati i due ladri di biciclette. Si tratta di un 55enne, G.G. e di un 37enne, O.S. entrambi leccesi. I Poliziotti già da tempo stavano seguendo i movimenti di G.G. denunciato nei giorni scorsi quale autore del furto di una bicicletta consumato in via Milizia. In quella occasione, grazie anche alle riprese filmate, la Polizia si era riuscita a documentare su come l’uomo, utilizzando la sua auto, una “Peugeout 207” nera e approfittando della momentanea apertura di un portone di accesso ad un condominio, si era introdotto all’interno dello stabile. I poliziotti si sono così posizionati nei pressi della sua abitazione con l’intento di monitorarne gli spostamenti, notandolo che si dirigeva verso il centro cittadino a bordo della sua auto e sostando in maniera sospetta davanti ad alcuni garage.

Il pedinamento ha consentito di notare una sua sosta nei pressi di un condominio di Via Oberdan dove lo si vedeva entrare attraverso il portone pedonale rimasto aperto dopo l’uscita di uno dei condomini. Dopo alcuni minuti  l’uomo è uscito da questo condominio con in mano una grossa sacca in tela di colore blu che è stata riposta all’interno della sua auto e si è diretta verso un garage sito in via 95 Reggimento Fanteria nei pressi del quale è sceso dalla vettura e ha spinto il portone di accesso allo stesso, entrandovi.

Questo condomino era già noto agli agenti, dal momento che proprio nello stesso garage, costituito da un unico locale, nei giorni scorsi era stato consumato il furto di due biciclette di proprietà di uno dei condomini. Subito dopo G.G ha raggiunto la periferia di Lecce dove lo si notava rallentare davanti ad una abitazione con annessa officina per poi proseguire e raggiungere una villetta sita nelle vicinanze in cui è rimasto fermo per pochi attimi. Sul posto, dopo pochissimo tempo, è giunto, a bordo di uno scooter, O.S. che, dopo essersi intrattenuto con il sospettato per pochi istanti, ha aperto il cancello dell’abitazione ed il cofano della vettura da cui si riuscivano ad intravedere le ruote di due biciclette. Il personale della Squadra mobile, quindi, dopo aver valutato che quanto osservato sino a quel momento era l’epilogo della consumazione di un ennesimo furto di biciclette e la ricettazione delle stesse, è intervenuto e ha fatto irruzione nella villetta in cui ha sorpreso i due uomini nell’atto di scaricare dalla Peugeout due bici.

Mentre la perquisizione della vettura di G.G. ha permesso il ritrovamento di due biciclette e della sacca di colore blu con all’interno alcuni borselli sulla quale c’era un biglietto con il nome del proprietario, quella del locale seminterrato posto nel recinto della villetta in uso a O.S., ha permesso di ritrovare numerose altre biciclette, due ciclomotori ed un motociclo che sono risultati essere provento di furto. La perquisizione è stata estesa anche presso altri locali nella disponibilità di O.S. in cui sono state ritrovate e sequestrate numerose altre biciclette. La perquisizione in casa dell’autore dei furti ha permesso di scoprire anche un’altra bicicletta. In totale sono state sottoposte a sequestro 24 biciclette. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati a rintracciare i proprietari delle due bici trovate nell’auto di G.G.  e quelle trovate in possesso del ricettatore.

Nei prossimi giorni le foto delle bici ritrovate verranno pubblicate nella “Bacheca oggetti rubati” sul sito www.poliziadistato.it ai fini dell’eventuale riconoscimento da parte delle vittime.



In questo articolo: