Perdono il controllo dello scooter e si schiantano contro un muretto a secco. Ragazza 17enne in codice rosso

Il sinistro è avvenuto nella nottata appena trascorsa in una strada periferica del comune rivierasco di Santa Cesarea terme. Ancora da chiarire le cause che hanno provocato l’impatto. Sul posto Carabinieri e sanitari del 118.

È una prima settimana del mese di agosto all’insegna degli incidenti stradali quella che ha preso il via appena tre giorni fa.
 
Nella nottata appena trascorsa, nella località rivierasca di Santa Cesare Terme e per la precisione in una strada periferica del comune salentino, un ragazzo e una ragazza a bordo di uno scooter sono rimasti coinvolti in un sinistro.
 
La due ruote su cui viaggiavano i giovani, per cause ancora da chiarire, è andata a sbattere contro un muretto a secco. Ad avere la peggio la ragazza, una 17residente a Milano in vacanza dai nonni, seduta sulla parte posteriore del motociclo che, a seguito dell’impatto, ha riportato un trauma cranico commotivo.
 
Sul posto sono intervenuti i militari dell’Arma dei Carabinieri che si sono posti immediatamente all’opera per fare luce sul motivo che ha causato la perdita di controllo del mezzo e i sanitari del 118 che con un’ambulanza hanno trasportato la giovane presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove è tutt’ora ricoverata in rianimazione. Per il conducente del ciclomotore nessuna ferita grave.
 
Il sinistro della notte fa seguito, a poche ore di distanza, a quello avvenuto nella mattinata di ieri,  sulla Calimera-Melendugno, dove si sono scontrate una Opel Corsa e un’Alfa Romeo. Alla base dell’incidente sembrerebbe ci sia stata un’inversione a U. All’interno delle vettura che stava compiendo la manovre, la Opel Corsa, c’erano due coniugi anziani, nel frattempo, l’Alfa 147, stava giungendo dalla direzione opposta ed è andata a scontrarsi proprio in quell’attimo. A intervenire, nel tentativo di ricostruire la dinamica dell’accaduto, i Carabinieri della stazione locale. Mentre invece ad estrarre le vittime del sinistro dalle rispettive auto ci hanno pensato i Vigili del Fuoco di Lecce.



In questo articolo: