Photored. Giudice di Pace: con contestazione immediata la multa è¨ nulla

Il Giudice di Pace, l’Avv. Anna Maria Aventaggiato, ha accolto il ricorso di un automobilista multato per aver attraversato un incrocio con il semaforo rosso. Con la contestazione immediata la multa è¨ nulla.

Il Giudice di Pace di LecceAvv. Anna Maria Aventaggiato, con recentissima sentenza del dodici dicembre appena trascorso,  ha accolto il ricorso proposto da un automobilista multato per aver attraversato un incrocio col semaforo rosso. L’uomo,  si era rivolto in prima istanza al Prefetto, per chiedere l’annullamento del verbale elevato dal Comune di Lizzanello. Tuttavia, il Prefetto ha rigettato il ricorso.

Per  il Giudice di Pace di Lecce risultano fondati i motivi di ricorso con cui il ricorrente, assistito dall’Avv. Alfredo Matranga, ha censurato l’errata applicazione della strumentazione elettronica utilizzata per il rilevamento dell’infrazione, considerato anche che la stessa non è stata immediatamente contestata all’autore della violazione, da parte degli agenti della polizia municipale.

Ed infatti, secondo il Giudice non è sufficiente accertare tale tipo d’infrazione con la sola documentazione fotografica, peraltro neppure depositata in giudizio dal Comando dei Vigili Urbani, con conseguente applicazione dell’art. 6 comma 11 del D.lgs. n. 150/11 che impone al Giudice di accogliere il ricorso quando non vi sono sufficienti elementi di responsabilità.

Per Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti",quanto avvenuto, rappresenta  “un altro episodio interessante in materia di rilevazioni elettroniche delle infrazioni al Codice della Strada che la dice lunga sulla scarsa trasparenza dell’agire amministrativo quando si tratta di utilizzare tali apparecchi più per “far cassa” che per effettive esigenze di sicurezza stradale”.