Prima una scuola e poi un’ abitazione, week end di furti a Lecce

Un fine settimana di furti che ha visto nel mirino una scuola e un’abitazione del capoluogo salentino. In entrambi i casi la Polizia è in azione per quantificare il danno.

È stato un week end all’insegna dei furti a Lecce quello che ci siamo appena lasciati alle spalle. Furti dal bottino magro, ma di quelli sempre più frequenti negli ultimi tempi. Nel mirino dei ladri un’abitazione e un edificio scolastico, per la precisione una scuola media del capoluogo salentino.

Quest’ultimo furto è stato scoperto questa mattina all’apertura della scuola, “Armando Diaz”, in via Egidio Reale. I ladri hanno agito nella notte tra sabato e domenica, prendendo di mira le monetine del distributore automatico delle merendine. Il personale dell’edificio ha capito in poco tempo che il macchinario era stato manomesso e ora è partita la fase di quantificazione dei danni. All’opera gli agenti della Polizia di Lecce che sta esaminando il caso senza, però, il sostegno di immagini, visto che l’istituto scolastico è privo di videocamere di sorveglianza e di sistema di allarme.

Il furto più sostanzioso è stato messo a segno però in Via Paladini, nel centro storico di Lecce, in un’abitazione, in cui i ladri sono riusciti ad intrufolarsi dopo aver forzato la porta d’ingresso in legno. Una volta all’interno approfittando dell’assenza dei proprietari, i malviventi hanno racimolato 200 euro in contanti ed alcuni anelli in oro, per un valore da quantificare con esattezza.

Scoperta la razzìa dai proprietari, che al loro rientro hanno trovato la loro abitazione a soqquadro, avvenuta nella tarda serata di ieri qualche minuto prima nella mezzanotte, è stato avvisato il 113, dagli stessi proprietari della casa, che ha provveduto ad eseguire un sopralluogo insieme al personale della Scientifica.