Si disfa di 35 grammi di hashish, ma il gesto non sfugge ai Carabinieri. Arrestato 45enne neretino

L’uomo alla vista dei militari ha gettato dal balcone della sua abitazione un involucro contenente la sostanza stupefacente. All’interno della sua casa trovato anche materiale per il confezionamento e un bilancino.

Si erano insospettiti a causa del continuo via-vai di gente di cui la sua casa era diventata meta ad ogni ora del giorno, così, i Carabinieri della Stazione di Nardò, dopo aver predisposto un’attività investigativa, nella mattinata di oggi, grazie all’ausilio di un’Unità Cinofila del Nucleo di Modugno in provincia di Bari, sono intervenuti circondando l’alloggio.

Così, a seguito di questa iniziativa, Michele Antonio Spegna, 45enne del luogo è stato arrestato in quanto trovato in possesso di 35 grammi di hashish.

L’uomo, alla vista dei militari neretini e di quelli modugnesi, ha temporeggiato un poco e, prima di aprire l’ingresso della propria dimora,  è stato visto affacciarsi sul balcone dell’abitazione e gettare un involucro, subito raccolto dagli uomini dell’Arma dei Carabinieri,  che hanno scoperto contenere all’interno la sostanza stupefacente in oggetto.

A quel punto, vista la situazione, Spenga si è deciso ad aprire la porta di casa e la perquisizione, ad opera degli uomini della Benemerita, è proseguita.

Nel corso del controllo, il fiuto del cane dell’Unità Cinofila Amun ha permesso di rinvenire materiale per il confezionamento nella camera da letto e, all’interno della gabbietta dei canarini, sotto il giornale utilizzato come base, inoltre, i Carabinieri hanno recuperato un bilancino di precisione.

Tutto il materiale ritrovato è stato sottoposto a sequestro e l’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.



In questo articolo: