Si finge poliziotto e tenta un approccio sessuale dietro ricompensa in denaro. Denunciato 44enne leccese

Avrebbe tentato di ottenere favori sessuali da una donna in stato di indigenza offrendogli la casa e fingendosi un poliziotto. E’ scattata la denuncia per un 44enne trovato anche in possesso di arma finta simile a quelle d’ordinanza e tesserino falso

Un gesto di solidarietà che, purtroppo, nascondeva in realtà un tentativo di abuso.
Nel tardo pomeriggio di ieri è giunta al 113 una richiesta di intervento a San Cataldo, presso l’abitazione di un leccese, Z.D. di 44 anni.
 
In base a quanto hanno raccontato i protagonisti della vicenda in sede di denuncia, l’uomo, dopo aver offerto ospitalità ad una quarantanne e al suo compagno, entrambi senza fissa dimora ed aver allontanato quest’ultimo, avrebbe tentato un approccio sessuale verso la donna, dietro offerta di denaro. Non solo. Il 44enne si è finto persino un poliziotto, magari sperando di riuscire a indurre la signora a cedere alle avances.
 
Gli uomini delle Volanti, giunti sul posto, hanno trovato poggiata sul tavolo una pistola ad aria compressa simile a quella in dotazione alle Forze dell’ordine, priva del tappo rosso, un paio di manette, un porta tesserino contenete una placca metallica e una tessera di riconoscimento, tutti falsi.
 
Gli agenti hanno quindi condotto l’uomo presso gli Uffici della Questura per poi denunciarlo in stato di libertà per minacce aggravate, detenzione di arma modificata ed usurpazione di titoli.
 
I due malcapitati, dopo aver sporto denuncia, sono stati affidati a strutture idonee a fornire un ricovero dove passare la notte. 
 



In questo articolo: