Si presenta al 118 con una ferita da arma da fuoco. È mistero a Lecce

Nella serata di ieri un cittadino albanese si è presentato con una ferita all’altezza della tibia presso la postazione sanitaria. L’uomo non avrebbe fornito spiegazioni dettagliate su come si sono svolti i fatti. Indaga la Polizia.

L’orologio segnava all’incirca le 21.30, quando, nella serata di ieri, presso la postazione sanitaria del 118 in Via Matera a Lecce, nella Zona 167, si è presentato un uomo, un cittadino albanese residente nel capoluogo, con una ferita da arma da fuoco al piede, all’altezza della tibia, per la precisione, lamentando il fatto di essere stato sparato.

Immediata è scattata la corsa con un ambulanza presso l’ospedale “Vito Fazzi”, dove, il 35enne, questa la sua età, è stato immediatamente operato. Nonostante una ingente perdita di sangue non corre pericolo di vita.

È mistero, però, su come si siano svolti i fatti. Il cittadino albanese, infatti, forse a causa  delle condizioni in cui si trovava, non sarebbe stato in grado di fornire spiegazioni dettagliate.

Sembrerebbe, però, che l’episodio non si sia svolto nelle zone limitrofe a Via Matera.

Sul posto sono immediatamente intervenuti gli uomini della Questura che si sono immediatamente messi all’opera compiendo i primi rilievi del caso.

Spetterà agli agenti di Polizia compiere le indagini per appurare precisamente come si sono svolti i fatti.



In questo articolo: