Vagava da settimane sulla statale 101, recuperato un cane che rischiava di provocare incidenti

Bloccato per diverse ore l’accesso della 101 che porta a Galatone per catturare un cane che, per giorni, aveva vagato sulla strada statale rischiando di provocare incidenti.

Da settimane vagava sulla statale 101, in direzione Galatone, “passeggiando” da un lato all’altro della strada con il rischio non solo di essere investito, ma di provocare incidenti, anche gravi, tra gli automobilisti costretti a scansarlo. E nel tempo le segnalazioni si sono moltiplicate e tutte raccontavano del “cane vagabondo”.

Tutti gli interventi della Asl, dei volontari e della Polizia locale sono andati a vuoto. Il piccolo amico a quattro zampe non si faceva avvicinare da nessuno. Non solo, quando scappava si rifugiava in una vecchia cava a pochi passi dalla statale, chiusa da diversi anni, riuscendo in questo modo a far perdere le tracce.

Nessuno è riuscito a prenderlo, fino al tardo pomeriggio di ieri quando sono state allertate la Guardie Zoofile Agriambiente di Nardò, coordinate da Antonio Russo che, vista l’esperienza nel settore, si sono mobilitate affinché il cane possa essere messo in sicurezza.

La ricerca del cane non è stata semplice. L’accesso alla cava era difficoltoso perché in discesa e il luogo era pieno di folte erbacce tant’è che ci sono volute ore per recuperarlo, grazie al prezioso aiuto di tutti. L’Anas ha dovuto bloccare l’ingresso che dalla Strata Statale 101 porta a Galatone, la Polizia Locale bloccava i mezzi in uscita in modo da permettere alle guardie di lavorare in sicurezza.

Seguendo le tracce, gli uomini in divisa sono riusciti ad individuare il cane che si nascondeva in una tana profonda. Le operazioni di cattura non sono state facili per la profondità della tana, ma grazie all’attrezzatura in dotazione alle Guardie si è riusciti a catturare il cane in modo sicuro ed indolore per l’animale.


In questo articolo: