Stretta sulla movida, piovono le multe nel week end

Nel corso di questi servizi sono stati controllati e sanzionati gli esercizi di vicinato ed i pubblici esercizi che hanno effettuato la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche dopo le ore 22, nonché i venditori ambulanti privi di autorizzazione.

Garantire sicurezza, vivibilità e decoro. Sono queste le motivazioni alla base dei controlli straordinari degli agenti della polizia municipale di Lecce che nel week end hanno pattugliato le zone del centro storico, interessate dalla movida.

In particolare gli agenti della Polizia Locale hanno effettuato controlli di polizia stradale nelle aree limitrofe alla zona del centro storico interessata dalla cosiddetta movida, nonché controlli in materia di commercio e polizia amministrativa nei confronti dei pubblici esercizi (pub, ristoranti, bar), degli esercizi di vicinato e delle attività artigianali (pizzerie da asporto, paninoteche, eccetera eccetera) ubicati nelle principali arterie del centro (corso Vittorio Emanuele, via D’Aragona, piazzetta Vittorio Emanuele, via Umberto I).

L’obiettivo è quello di dare attuazione al “Regolamento comunale inerente la vivibilità, l’igiene ed il pubblico decoro della Città di Lecce”, approvato di recente dal Consiglio comunale di Lecce.

Tali servizi di controllo rientrano nell’ambito del “Progetto sicurezza” che prevede l’impiego straordinario delle forze della Polizia Locale nelle ore notturne e nei periodi di grande affollamento del centro storico, in particolare nei fine settimana, per tutelare la sicurezza urbana. Ecco perché nel corso di questi servizi sono stati controllati e sanzionati, in particolare, gli esercizi di vicinato ed i pubblici esercizi che hanno effettuato la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche dopo le ore 22, nonché i venditori ambulanti privi di autorizzazione o che non rispettavano le prescrizioni previste dalla normativa in materia di commercio.



In questo articolo: