Suicidio alla zona industriale. Trovato impiccato noto imprenditore salentino

Un geologo originario di Torrepaduli si sarebbe tolto la vita nel pomeriggio di oggi. La scoperta lascia attonito il mondo dell’impresa che lo conosceva e getta nel dolore i familiari.

Sono ancora sconosciuti i motivi che hanno portato al più tragico dei gesti che ha segnato in maniera irreparabile la vita di un noto imprenditore salentino e che ha interrotto la tranquillità di questo afoso pomeriggio di maggio. Teatro della terribile tragedia la zona industriale di Lecce, sulla strada che porta a Brindisi. È lì che l’uomo, Rocco Gnoni, un geologo del ‘51 originario di Torrepaduli, frazione di Ruffano, ma residente nel capoluogo barocco da anni, è stato trovato quando da poco erano passate le 18.00, secondo prime indiscrezioni, con una corda intorno al collo.

Il perché abbia scelto di togliersi la vita è una domanda a cui forse nessuno saprà mai rispondere. Nemmeno le forze dell’ordine giunte sul posto insieme ad un’ambulanza del 118. I sanitari, però, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Ma nella zona industriale sono arrivati anche gli ispettori dello Spesal giunti sul posto per comprendere meglio le dinamiche del tragico evento che però, secondo una prima ricostruzione, si sono subito disvelate quasi subito, facendo propendere purtroppo per il suicidio. Racconta questo, infatti, la scena che si è svelata davanti agli occhi attoniti dei presenti.
 
Le indagini proveranno a fare chiarezza sul tragico epilogo per scoprire se alla base del gesto ci siano motivazioni personali o, come sembra da alcune informazioni che si sono raccolte nei primi concitati momenti della vicenda siano da collegarsi a problemi di carattere professionale e imprenditoriale. Purtroppo, sempre più spesso il peso delle difficoltà a venir fuori da una crisi economica senza precedenti che malgrado le timide avvisaglie di qualche ripresa sembra non conoscere una facile via d’uscita, si trasforma in un fardello insostenibile che non lascia via di scampo a chi evidentemente decide di farla finita.



In questo articolo: