Tentano maxifurto in un deposito di barche, ma le guardie giurate sventano il colpo

Hanno tentato un maxifurto ai danni di un deposito di Barche a Casarano, ma le guardie giurate hanno sventato il colpo. I ladri avevano praticato un foro nel muro dello stabile, ma all’arrivo dei vigilanti erano già fuggiti. Sul posto anche i Carabinieri di Casarano

Se il piano dei malviventi fosse riuscito, si sarebbe trattato di un maxi-furto in piena regola. Fortunatamente, il sistema di sicurezza del deposito di barche situato a Casarano – preso di mira nella notte- ha permesso alle guardie giurate dell’Istituto di Vigilanza “De Iaco” di Ruffano, di sventare il colpo.

I ladri non hanno fatto in tempo a manomettere l'allarme, che alla centrale operativa dell’Istituto di Vigilanza era già arrivato il tentativo di forzatura del ponte radio.

Una guardia giurata si è immediatamente recata nel deposito e, dopo aver perlustrato il perimetro esterno dello stabile, ha notato una pedana di legno posizionata davanti al muro. Dietro la copertura vi era un enorme foro, praticato con ogni probabilità grazie all’uso di oggetti contundenti.

Il “passaggio” gli avrebbe consentito di introdursi nel deposito e, grazie alla manomissione dell’allarme, avrebbero avuto tutta la notte a disposizione per portar via le barche. Ma il piano è sfumato e i ladri si sono dati alla fuga.

Resta ora da capire chi siano i responsabili. Lo stabile non è munito di telecamere di videosorveglianza e questo potrebbe essere un ostacolo per le indagini, ma i Carabinieri della Compagnia di Casarano – intervenuti nel deposito insieme ai vigilanti – potrebbero visionare  le immagini del sistema di sorveglianza probabilmente presenti in zona.