Da Roma a Lecce con un borsone carico di marijuana. 20enne ‘bloccato’ appena sceso dal bus

Nel borsone da viaggio nascondeva più di sei chili di marijuana e per questo è stato arrestato, in flagranza, dai Carabinieri. Così, per un 20enne nato in Nigeria si sono aperte le porte del Carcere.

Era salito sul bus con una valigia ‘pesante’, ma per un 20enne il viaggio Roma-Lecce si è concluso a Borgo San Nicola, dove è stato accompagnato quando gli uomini in divisa hanno scoperto che nel borsone nascondeva più di sei chili di marijuana.

Il protagonista di questa insolita storia è Victor Best Ewanfoh, 20enne nato in Nigeria ma residente a Castrignano del Capo, arrestato, in flagranza, dai carabinieri impegnati in un ‘servizio preventivo’. Ma andiamo con ordine.

I fatti

Che cosa abbia insospettito i carabinieri del Nucleo Operativo radiomobile della Compagnia di Lecce non è dato saperlo, fatto è che mentre si trovavano in un servizio di controllo in piazza Carmelo Bene, hanno deciso di controllare il ragazzo, appena sceso da un bus proveniente da Roma. I sospetti sono diventati certezze quando sono spuntati fuori quattro involucri, contenenti complessivamente 6,378 chili di marijuana, nascosti all’interno del borsone da viaggio.

La droga è stata sequestrata, mentre per  il 20enne – una volta concluse le formalità di rito, si sono spalancate le porte della Casa Circondariale di Lecce.


In questo articolo: