Torre Suda, anziano scivola battendo la testa e muore

Un uomo di 78 anni è accidentalmente scivolato sugli scogli durante una passeggiata a Torre Suda. Dopo aver sbattuto la testa, per lui non c’è stato nulla da fare. Vani i tentativi di rianimazione del 118.

Una fatalità che ha interrotto la tranquilla mattinata di una coppia salentina. Di quelle che lasciano attoniti, inermi. Per certi versi anche inspiegabili. Le cause della tragedia, avvenuta poco prima di mezzogiorno nella marina di Torre Suda, sono ancora tutte da accertare. Purtroppo, però, un uomo di 78 anni è morto dopo aver battuto la testa contro la scogliera della rinomata località balneare (nonché meta turistica estiva di rilievo dell’intero territorio, lungo la costa ionica salentina), situata nel circondario di Racale, a pochissimi chilometri da Gallipoli.

L’anziano, che al momento dei fatti stava in compagnia della moglie durante una normale passeggiata, è accidentalmente scivolato sugli scogli, andando poi a sbattere il capo contro la roccia. Repentina la chiamata ai sanitari del 118, intervenuti non appena ricevuta una segnalazione al numero predisposto per le emergenze. Al loro arrivo, nonostante i tentativi di rianimazione dello sfortunato 78enne – effettuati con rapidità da parte del personale paramedico – non c’era più nulla da fare.

Sul posto, per i classici rilievi del caso, sono sopraggiunti anche i Carabinieri. Non è detto che a provocare la caduta del poveruomo sia stato un improvviso malore. Dei dettagli che, comunque, spetterà portare a galla dalle autorità competenti.



In questo articolo: