Tragedia a Reggio Emilia: 62enne salentino trovato morto in casa

Ieri, poco prima della mezzanotte, i Vigili del Fuoco emiliani hanno trovato il corpo senza vita di un 62enne di origini salentine. Le cause del decesso sarebbero di origini naturali, ma per la conferma si attende l’ufficialità dei carabinieri.

Mancavano solo dieci minuti alla mezzanotte. Nel Salento, la neve ha portato un tocco di allegria e serenità ai propri cittadini. Lui però, a godersi il panorama, non è potuto esserci, poiché lontano dalla sua terra natia. Peggio ancora: le forze dell’ordine si sono imbattute nel suo corpo privo di vita a Reggio Emilia, luogo in cui la vittima risultava residente. Si tratta di un uomo originario della provincia di Lecce, anni 62, sfortunato protagonista della tragedia a poche ore dal 2015.

Stando a quanto trapela, ad intervenire sul posto – un appartamento situato in una via cittadina – sono stati i Vigili del Fuoco locali; ed è dovuta proprio ai ‘caschi rossi’ la macabra scoperta. L’uomo giaceva inerme davanti agli occhi degli operatori, che comunque avevano provato il tutto per tutto chiamando i sanitari del 118. In men che non si dica, il personale paramedico è sopraggiunto sul luogo dei fatti con un’ambulanza, cercando di rianimarlo. Ma ogni singolo tentativo è risultato vano. A quel punto, non restava altro che constatare il decesso.

Ad intervenire, anche i Carabinieri, che immediatamente hanno effettuato i primi rilievi del caso. Ad ogni modo, sembra che con ogni probabilità del caso le cause del decesso siano da rintracciare in motivi naturali. Potrebbe essere stato un malore, infatti, a portar via la vita al 62enne salentino. Tale dettaglio, ovviamente, avrà modo di confermarsi ufficialmente solo dopo gli accertamenti ora al vaglio dei militari. 



In questo articolo: