Tre incidenti nel giro di poche ore, 31enne ferito alla testa

Nel tardo pomeriggio di ieri si è scatenato il panico sulle strade salentine. Tre incidenti, senza per fortuna vittime, si sono verificati dalle 18 in poi nel giro di poche ore.

Giornata drammatica quella di ieri sulle strade salentine. Tre incidenti nel giro di poche ore, infatti, hanno movimentato il tardo pomeriggio sulle strade provinciali. Il primo sinistro è avvenuto intorno alle 18 in via Giammatteo nella periferia di Lecce. Una 20enne del posto, alla guida di una Fiat 600, ha perso il controllo della sua auto che si è ribaltata sull’asfalto all’altezza di un incrocio. La dinamica dell’incidente è stata spettacolare perché l’auto in questione si è scontrata con un furgone “Fiat Ducato”, guidato da un 23enne.

Per entrambi i protagonisti del sinistro solo tanta paura, ma le condizioni non sembrerebbero gravi. Sul posto, infatti, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno dovuto estrarre la ragazza dalle lamiere. Subito dopo sono arrivati anche i soccorsi del 118 che hanno condotto la 20enne al pronto soccorso del “Vito Fazzi”.

Il secondo incidente ha riguardato un 31enne brindisino che, sulla statale 613, nei pressi dello svincolo per Squinzano, a bordo del suo furgone, è andato a sbattere contro una barriera in cemento. L’uomo è stato trasportato subito in ospedale dopo i soccorsi del 118 che sono arrivati tempestivamente. Quaranta punti di sutura a causa di una grave ferita alla testa è il risultato dello sfortunato impatto.

L’ultimo sinistro in ordine di tempo è avvenuto sulla strada statale 16 che collega Otranto a Maglie. Stando ad una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Maglie intervenuti in seguito all’impatto, un’Alfa 147 e una Volswagen Golf viaggiavano entrambe in direzione di Maglie. All’improvviso entrambe sono andate a sbattere contro un altro mezzo, una Toyota Yaris, che era fermo al margine della strada. L’impatto è stato così violento che il conducente dell’Alfa è stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce a causa delle ferite riportate che sul momento sono apparse gravi. Ferito lievemente, invece, il proprietario della Yaris.



In questo articolo: