Veleno per topi nelle aiuole di viale Otranto: scatta la bonifica

Questa mattina un plico anonimo indirizzato all’Assessorato all’Ambiente conteneva le prove del fatto che nelle aiuole di viale Otranto ci fosse del veleno topicida. Immediata la bonifica della zona ad opera del Comune di Lecce.

Avevano disseminato le aiuole di Viale Otranto con del pericoloso topicida, mettendo a repentaglio l’incolumità di animali domestici come cani e gatti. Si tratta di un potente veleno che presenta granuli facilmente confondibili col classico concime per piante. Eppure, così non è. È stato un plico anonimo pervenuto stamattina all’Assessore Andrea Guido (contenente un campione del prodotto e alcune foto) a denunciare l’accaduto. E in men che non si dica sono scattate le operazioni di bonifica dell’area.
 
I tecnici di una ditta specializzata incaricata dal Comune – assistiti dal Corpo degli Ispettori Ambientali e dalle Guardie per l’Ambiente dell’Assessorato – hanno poi ripristinato la situazione delle aiuole, scongiurando ulteriori pericoli per volatili e animali d’affezione della zona. Probabilmente, non tutti sanno che avvelenare un animale è un reato e che si rischiano pene fino a 18 mesi di reclusione e 15.000 euro di multa. Oltretutto, l’episodio odierno è ancora più grave, poiché accaduto in una zona centralissima della città, frequentata anche bambini.
 
“Cosa sarebbe successo – dichiara Andrea Guido – se un bambino inavvertitamente fosse venuto in contatto con il topicida? Dobbiamo pensare che quanto è successo non è stato pericoloso solo per i nostri amici a 4 zampe ma anche e, soprattutto, per i nostri figli. Queste esche sono colorate, sembrano la classica plastilina per i bambini e hanno un odore dolciastro e profumatissimo. Si può ben comprendere, quindi, quanto sia stato scellerato e irresponsabile un simile gesto”.



In questo articolo: