Beni culturali, il Mibact cerca Direttori di museo: domande entro il 15 febbraio

C’è tempo entro il 15 febbraio per presentare la propria candidatura. Il Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo cerca 20 direttori da collocare in vari istituti museali d’Italia. Contratto quadriennale, i dettagli nel bando.

Buone notizie nei confronti di chi sogna un lavoro nell’ambito dei beni culturali. Il Mibact infatti (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha aperto un concorso, riservato ai laureati, per lavorare nei musei italiani. Nel dettaglio, si cercano Direttori da collocare in vari istituti museali. Un’opportunità, questa, per molti salentini che – didatticamente parlando – già sono cresciuti con un buon bagaglio culturale derivante dalla matrice storico-turistica del nostro territorio.
 
Per partecipare al bando, e inviare tutte le domande, c’è tempo fino al 15 febbraio 2015. La selezione prevede una copertura di venti posti di lavoro nei musei, nel profilo professionale di Direttore. Il concorso punta alle assunzioni a tempo determinato, di durata quadriennale, presso vari istituti museali presenti nel nostro Paese e con una retribuzione fino ad oltre180mila euro a seconda della funzione di riferimento. Che dire, l’occasione è ghiotta.
 
REQUISITI – Possono partecipare tutti i candidati in possesso di una laurea in materia di tutela e valorizzazione dei beni culturali, ma soprattutto essere dirigente di ruolo del Ministero. Insomma, bisogna che si siano ricoperti ruoli dirigenziali per almeno cinque anni in organismi ed enti pubblici o privati, anche all’estero. Saranno valutate eventuali pubblicazioni scientifiche o concrete esperienze di lavoro maturate, specie se provenienti dai settori della ricerca e dalla docenza universitaria. Oltre a questo, serve l’assenza di condanne penali per reati contro la pubblica amministrazione e non aver svolto, nell’ultimo biennio, attività professionali in proprio.
 
LAVORO E SELEZIONE – I vincitori del concorso per Direttori dei Musei saranno assunti attraverso un contratto di lavoro a tempo determinato della durata di quattro anni. La retribuzione annua lorda varierà a seconda della posizione ricoperta. Terminata la valutazione di candidature, si svolgerà un colloquio a Roma a Maggio 2015 presso la sede del Mibact; dopodiché, l’individuazione dei vincitori avverrà direttamente per opera del Ministro Dario Franceschini o del Direttore Generale Musei del Mibact.
 
DOMANDA – Le domande di partecipazione dovranno venire redatte seguendo le modalità indicate nel bando – che, per completezza d’informazione, si consiglia di scaricare in coda all’articolo – e ovviamente complete della documentazione richiesta. Tutto da presentare, come anticipato in apertura, entro il 15 febbraio 2015 e attraverso l’apposita procedura online consultabile dal portale MIBACT Concorsi.



In questo articolo: