Recupero Antichi Mestieri. Il Comune di Tuglie presenta due corsi di formazione

‘PASTICCERE DELLA TRADIZIONE’ e ‘FORNAIO DEI PRODOTTI TIPICI’. Sono questi i corsi di formazione professionale presentati dal Comune di Tuglie nell”™ambito del PO FSe 2007/2013 asse V ”“ Transnazionalità e interregionalità ‘valorizzazione e recupero degli Antichi Mestieri’.

Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” recita una famosa massima utilizzata, almeno una volta, da tutti.  Anche se è utile, per conoscenza personale, leggere il pensiero di Ludwig Feuerbach sostenitore della teoria secondo cui «l'uomo e ciò che mangia», non è necessario “scomodare” il filosofo per sapere chi siamo e cosa mangiamo. Per  fotografare il rapporto degli italiani col cibo basta citare un sondaggio svolto dalla società Dante Alighieri, secondo cui i termini italiani che dominano presso i 27 stati membri dell'Unione Europea sono tutti relativi alla “gastronomia” mentre il film capolavoro di Federico Fellini "la dolce vita" è fonte importante di neologismi.

Le parole italiane più conosciute e usate al di fuori dai nostri confini sono pizza, cappuccino, spaghetti ed espresso. In effetti, il gusto e la raffinatezza della nostra bella Italia si concretizzano giornalmente sotto i nostri occhi, deliziano anche i palati più esigenti e raffinati, ispirano gli chef dei locali più rinomati, donano quel tocco in più nelle ricette tradizionali e fanno la differenza in quelle più creative. La generosità della nostra terra dona frutti pregiati. È un dato di fatto, ma questo non basta.

A contribuire a rendere il Made in Italy apprezzato e amato in tutto mondo c’è anche quel rapporto mai reciso con la cultura, l’identità e il passato. È su questi ultimi che il patrimonio gastronomico italiano, ricco del “sapere dei sapori” gioca la sua carta vincente. Chiunque,infatti, scavando nei propri ricordi può trovare un sottile ma vivido filo della memoria che lega il presente alle immagini affettuose del passato e che rievocano una cucina dai profumi semplici e dai sapori autentici. Tradizioni che non solo valorizzano ineguagliabili diversità e consentono di avvicinarci a culture differenti, ma sono anche l’ultimo baluardo rimasto a combattere la dilagante omologazione. Indubbiamente il discorso non è così semplice come potrebbe in apparenza sembrare.

Raccogliere una tradizione alta ed inserirla più incisivamente nel presente e nel futuro, che sembra il motivo principale del forte peso attribuito agli antichi mestieri, fa capire come oggi sia importante valorizzazione questo settore per offrire significative occasioni di lavoro qualificato. In un momento come questo infatti è importante, soprattutto tra i giovani reinventarsi. Un’opportunità, in questo senso è data dai corsi di formazione professionale.

Il Comune di Tuglie,  presenta due corsi: uno per Pasticciere della tradizione e l’altro per fornaio dei prodotti tipici, nell’ambito del  P.O. PUGLIA 2007 – 2013 Fondo Sociale Europeo,  ASSE V  – Transnazionalità e Interregionalità “Valorizzazione e recupero degli antichi mestieri” – attività formative di qualificazione per il recupero e diffusione dei mestieri tradizionali.

Corso di Formazione Professionale
"FORNAIO DEI PRODOTTI TIPICI"
A partire da Marzo 2012
Percorso formativo che permette di acquisire le abilità specifiche legate al settore della panetteria tipica.
Il Corso è rivolto a n. 16 partecipanti; ha una durata di 610 ore e si svolgerà a partire dal prossimo mese di marzo 2012, attraverso la modalità della  formazione in aula e di stage.
l termine massimo per la presentazione delle domande è il  19 Febbraio 2012. Per gli allievi è prevista un’indennità di frequenza del corso di € 2,00/ora. Ai partecipanti verrà rilasciato un Attestato di qualifica.

Corso di Formazione Professionale
"PASTICCERE DELLA TRADIZIONE"
A partire da Marzo 2012
Percorso formativo che permette di acquisire le abilità specifiche legate al settore della pasticceria tradizionale.
Il Corso è rivolto a n. 16 partecipanti; ha una durata di 610 ore e si svolgerà a  partire dal prossimo mese di marzo 2012, attraverso la modalità della  formazione in aula e di stage.
Il termine massimo per la presentazione delle domande è il  19 Febbraio 2012. Per gli allievi è prevista un’indennità di frequenza del corso di € 2,00/ora. Ai partecipanti verrà rilasciato un Attestato di qualifica.

Infoline (Ufficio Formazione Professionale):
0833/596521 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00)
E-mail: [email protected]



In questo articolo: