Basket in carrozzina, sfuma il sogno per la Lupiae Team Salento. La matematica nega l’accesso ai Play Off

Nonostante il secondo posto in classifica e le cinque vittorie consecutive, l’ultima con la capolista Taranto, a causa di una serie di parametri il roster salentino non si qualifica per gli spareggi per la promozione in A.

“Eravamo convinti di avercela fatta ed invece non è stato così, peccato. L'amarezza è tanta anche perchè quest'anno è scesa in campo la miglior Lupiae di sempre. Un roster di qualità allestito, dopo l'esperienza dei precedenti tre play off, per centrare la Serie A. È andata così, ci riproveremo l'anno prossimo”, con queste parole cariche di amarezza e di un pizzico di delusione, Rocco Bortone,  presidente della Lupiae Team Salento Inail, commenta la mancata promozione della compagine da lui diretta al massimo torneo di Serie A.

Nell'ultima giornata di campionato di Basket in carrozzina di Serie B a cinque gironi, infatti, la formazione salentina, nonostante la quinta vittoria consecutiva arrivata in trasferta contro la capolista Taranto, e il consolidamento del secondo posto nel girone D del torneo è stata incredibilmente tagliata fuori dal tabellone dei play off promozione.

Una beffa giunta più che altro a causa di calcoli matematici, più per quanto espresso dai giocatori sul campo di giochi.

Infatti alla fase successiva, riservata alle vincitrici del rispettivo girone e alle tre migliori seconde, la squadra leccese a causa di un criterio di accesso su più parametri, per l’ingresso delle migliori vice capolista ai quarti di finale, è stata sorpassata al fotofinish dal Trapani.

Accedono ai play off (tabellone a otto squadre ed un unico posto in palio per la Serie A), come vincitrici del proprio girone: Generali  Bic Genova, Polisportiva Nordest Castelvecchio Vigneti, Ss Lazio Il Gioco del Lotto, Boys Taranto Basket Inail e I Ragazzi di Panormus Inail. Si qualificano invece come migliori seconde: Pdm Treviso, Bradipi Circolo Dozza Bologna e Inail Olympic Basket Trapani.