“Sport e inclusione: esperienze a confronto”, a Lecce un dibattito con i campioni paralimpici

Organizzata dalla Parrocchia Santa Maria della Pace, l’iniziativa si svolgerà nella serata di domani, presso l’oratorio della chiesa.

Da sempre lo sport è la miglior medicina per tutti e a testimoniarlo ancor di più un incontro dal titolo “Sport e inclusione: esperienze a confronto”, che avrà luogo venerdì 9 settembre presso l’oratorio Santa Maria della Pace a Lecce a partire dalle ore 20:00. Nel corso dell’inziativa alcuni atleti e dirigenti disabili saranno punto di riferimento regionale. Esempi di vita che a colpi di successi sportivi stanno contribuendo a migliorare – con un confronto diretto con le istituzioni locali – anche il tanto sognato modello di città accessibile a tutti.

Una serata, voluta ed organizzata dalla Parrocchia Santa Maria della Pace impegnata da sempre sul binomio sport e inclusione, che sarà, pertanto, occasione per fare il punto della situazione su tali tematiche. Al tempo stesso, il dibattito a più voci, sarà una festa di applausi con la presenza sul palco di tanti campioni salentini degli sport paralimpici.

Prenderanno parte al momento convegnistico: Giuseppe Pinto, presidente regionale Comitato Paralimpico; una delegazione della Lupiae Team Salento, top club del campionato nazionale di basket in carrozzina di Serie B; Adriano Bolognese, atleta handbike e presidente dell’associazione “Mollare mai”; Gianpiero Turco presidente dell’associazione Utopia Sport” di cui fa parte la campionessa di handbike Grazia Turco; Davide Dongiovanni, presidente Ascus Lecce e l’assessore allo Sport del Comune di Lecce, Paolo Foresio. Coordinerà i lavori Grazia Manni, operatrice culturale.



In questo articolo: