Pugilato, il copertinese Dario Vangeli sul tetto del mondo

L’atleta del comune salentino vince il titolo nel corso dei Campionati Mondiali dedicati alle Forze dell’Ordine. L’atleta bissa il successo ottenuto nel 2011. Il boxeur difende i colori delle Fiamme Oro.

Grandi soddisfazioni giungono per il Salento dal mondo della box: nelle scorse ore infatti, nei campionati mondiali di pugilato riservati alle Forze dell’Ordine di tutto il pianeta tenutisi negli Stati Uniti, il copertinese Dario Vangeli, arruolato nelle Fiamme Oro, si è ripreso il titolo di campione del mondo nella categoria dei 64 kilogrammi, mettendo al collo quella medaglia d’oro già indossata a New York nel 2011.

I “World Police and Fire Games”, i giochi internazionali dedicati alle forze di polizia e ai vigili del fuoco provenienti da ogni angolo del mondo, si stanno negli anni confermando come un appuntamento di punta per tutti gli appassionati del pugilato. per quanto riguarda questa edizione, la kermesse 2015 si è svolta a Fairfax, nello stato statunitense della Virginia, dove sono andati in scena tre atleti italiani.

Dario Vageli, classe 1988, una delle punte di diamante della nazionale italiana, ha conquistato la medaglia d’oro dopo un avvincente match finale contro il russo SergeyVodopyanov. Per il salentino, cresciuto sotto la guida di Giulio Coletta e Michele Caldarella, un trofeo che va ad incrementare un già importante palmares, dove si possono contare ben sei titoli italiani, l’ultimo proprio nel 2014.
Gli altri italiani in gara sono stati il romano Simone Fiori (81 kg), anch’egli conquistando il gradino più alto del podio, e il casertano Giuseppe Perugino (75 kg). L'atleta campano si è arreso solo in finale ma indossando comunque la medaglia d’argento.



In questo articolo: