Domenica Lecce-Benevento. I precedenti in terra salentina

Bilancio nettamente a favore della compagine leccese quando la sfida si è disputata in Salento. Su nove precedenti due pareggi e sette vittorie per il Lecce. L’ultima lo scorso anno con gol di Papini.

Rimediare quanto prima alla brutta figura rimediata mercoledì pomeriggio contro l’Akragas e cercare i tre punti allo scopo di trascorrere un Natale un po’ più sereno non troppo lontani dalla vetta, attualmente distante quattro lunghezze, che consentirebbe, in caso di recupero, l’accesso diretto al torneo cadetto.

Con queste motivazioni, domenica pomeriggio, con inizio alle ore 15.00, presso lo stadio “Via del Mare” i giallorossi allenati da mister Piero Braglia scenderanno in campo nella sfida che li vedrà opposti al Benevento allenato da un vero esperto della categoria, Gaetano Auteri.

Dopo il mezzo passo falso di Pagani, si spera, altresì, che la compagine salentina possa conquistare con la formazione campana l’intera posta in palio, anche se, al momento, i sanniti, vivono un momento di ottima forma.

Come avviene molto spesso in questi casi nella speranza di conquistare la vittoria, ci si affida anche alla cabala, alla scaramanzia e ai numeri che, nei precedenti incontri disputati tra le mura amiche, sorridono non poco ai leccesi.

Sono nove le gare giocate in precedenza nel capoluogo salentino e il bilancio parla di due pareggi e sette vittorie dei giallorossi.

La prima gara si disputò nel 1936/1937 e terminò con il punteggio di 0-0.

Nel torneo 1949/1950  i giallorossi vinsero a 1-0 e l’anno successivo 4-1, per poi ripetersi nel 1951/1952 con un netto 2-0.                          

Trascorrono più di vent’anni per rivedere la sfida, nel 1974/1975, dove la gara termina a reti bianche. Nel campionato 75/76 nuovo successo, per 1-0, dei salentini.

Dopo quasi 40 anni, 38 per la precisione, nel 2013/2014, vittoria degli uomini di Lerda per 2-0 che si ripetono qualche mese più tardi, con lo stesso risultato finale, nei Play Off.

L’anno scorso terminò 1-0 per il Lecce con un gol di capitan Romeo Papini che, nel corso dell’esultanza per la marcatura, indosso una finta barba per omaggiare Davide Moscardelli squalificato per quattro giornate.



In questo articolo: