La tripletta di Doumbia aumenta solo i rimpianti. Miccoli in lacrime, voci su una cordata del Nord

Con una tripletta dell’esterno francese i giallorossi battono senza problemi la compagine campana. Vittoria inutile visti i successi di Casertana e Matera. Tutto rimandato a sabato prossimo quando si deciderà il destino dei salentini.

Triste a dirsi, ma vero, una vittoria inutile che serve solo e soltanto ad aumentare i rimpianti. Alla fine commuove vedere Miccoli in lacrime al centro del campo, c'è poca gioia, c'è poco da festeggiare. E già si pensa più che alla sfida con la Vigor Lamezia, dove anche in caso di vittoria salentina dovrebbe succedere un miracolo perchè il Lecce arrivasse tra le finaliste dei play off, alla fine del campionato. I Tesoro hanno detto, in tempi non sospetti, di volersi disinteressare dal sodalizio di Piazza Mazzini, vorrebbero andar via e cedere le redini. Oggi al Via del Mare circolavano le voci di due cordate di imprenditori del Nord. Chi lo sa? Chi vivrà, vedrà! Per adesso c'è solo da masticare amaro e pensare all'ennesima occasione sprecata. Certo, i miracoli esistono, bisogna crederci fino alla fine. Ma inutile nascondere la tristezza visto anche come sono andate le cose oggi (vedi i risultati e la classifica di Lega Pro Girone C).

Gli antefatti.
Una giornata all'insegna del sole quella che accompagna il Lecce  nell'ultima stagionale tra le mura amiche del "Via del Mare", dove, i giallorossi di mister Alberto Bollini hanno sfidato la compagine dell'Ischia Isola Verde, in quella che, in caso di mancata vittoria, sancirebbe definitivamente l'addio al quarto posto valevole per il raggiungimento dell'ultima posizione utile per disputare la lotteria dei play off. Vincere, però, purtroppo, non basta, sarà necessario che le dirette concorrenti, Casertana e Matera lascino punti per strada in queste due ultime gare che mancano alle fine. In occasione del match contro gli uomini di Maurizi il tecnico di Poggio Rusco ritrova bomber Moscardelli, ma è costretto a fare a meno del metronomo di centrocampo, Romeo Papini, sostituito da Sacilotto, in difesa torna Lopez, con Abruzzese e Diniz al centro e Beduschi a destra, Lepore e Bogliacino ai lati di Sacilotto e Mannini e Doumbia ad affiancare la punta italo-belga.

La partita.
Il primo tiro per il Lecce arriva al quinto di gioco ad opera di Bogliacino che termina di poco alto. Al settimo un pericoloso cross di Diniz dall'interno dell'area di rigore non trova alcun compagni pronto a ribadire in porta. Al nono giallo in area campana. Cross di Lopez con Moscardelli che tenta la rovesciata che non riesce forse a causa della spinta del difensore avversario. La punta chiede invano il penalty, ma il direttore di gara è irremovibile. Al 16mo un colpo di testa di Impagliazzo termina a lato. Il Lecce sblocca la gara al 18mo. Lopez ruba palla sulla trequarti e serve in area Doumbia che in scivolata deposita in rete. Per l'esterno francese è il terzo centro consecutivo. Trascorrono due minuti è il Lecce raddoppia. Passaggio filtrante di Lopez per Doumbia che, in posizione defilata, con una girata, sorprende Giordano e mette in goal. Al 23mo Ischia vicino al gol. Calcio di punizione dal limite di Millesi respinto da Scuffia. Al 27mo l'Ischia rimane in 10. Gerevini, già ammonito, compie un'entrata durissima ai danni di Bogliacino e il sig Luciano gli mostra il secondo giallo. Al 41mo un tiro di Lepore rimpalla su Sacilotto e termina tra le braccia del portiere. Al 42mo, invece, un colpo di testa di Moscardelli su cross di Bogliacino termina alto. Al 44mo un tiro al volo di Moscardelli su cross di Lopez termina fuori. Al secondo minuto di recupero Lecce vicino al terzo goal. Contropiede di Moscardelli che crossa per Mannini il cui tiro viene respinto da Giordano. Un primo tempo che ha visto un super Lecce motivato è deciso a portare a casa i tre punti quello a cui hanno assistito i pochissimi spettatori che si sono recati al "Via del Mare" la squadra di Bollini, infatti, nel corso dei 45minuti iniziali ha macinato un gran bel gioco e siglato due marcature senza mai, rischiare di subire reti avversarie. Forze il più bel Lecce visto da quando il tecnico di Poggio Rusco siede sulla panchina.

La ripresa si apre con un tiro da fuori di Alvino che termina fuori. Al 53mo primo cambio per il Lecce. Fuori Bogliacino e dentro Herrera. Al 56 terza marcatura per i giallorossi. Contropiede dei salentini con Mannini che si invola sulla fascia, giunto al limite dell'area aspetta l'arrivo di Doumbia a cui serve il pallone con il francese che, ricevuta la sfera, dopo un dribbling ai danni di un avversario scocca un tiro rasoterra che si insacca alla destra di Giordano. Per l'esterno terzo centro della gara e pallone portato a casa. Al 64mo doppia standing ovation. Il tecnico Bollini, infatti, fa uscire l'eroe di giornata, Abdou Doumbia e al suo posto fa l'ingresso in campo Fabrizio Miccoli in quella che potrebbe essere la sua ultima apparizione al "Via del Mare" con la maglia giallorossa. Al 70mo un sinistro da fuori di Moscardelli viene respinto con i pugni dal l'estremo difensore campano. Al 75mo ultimo cambio per i salentini. Fuori un buon Beduschi e dentro Filipe Gomes. Lepore, a questo punto, scala di una posizione posizionandosi sulla corsia destra di difesa. Un minuto dopo, però, la parità viene ristabilita. Diniz, infatti, è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio e, a causa delle tre sostituzioni già operate i salentini sono costretti a giocare in dieci. A prendere il posto del centrale brasiliano Sacilotto. All'81mo salentini vicini al poker. Tiro da fuori di Moscardelli che si infrange sul palo a portiere battuto ma, sulla ribattuta, a porta vuota, Herrera manda fuori. All'84mo il bomber itali-belga ci prova con un sinistro a giro da fuori, ma la sfera termina a lato. Al terzo minuto di recupero Moscardelli solo davanti al portiere spreca l'occasione per segnare il quarto goal mandando il pallone a lato, ma la prova di tutta la squadra è molto convincente (le pagelle di leccenews24.it).
Con questa vittoria facile facile i giallorossi alimentano ancora le speranze di un posto dei play off anche se, dopo le vittorie di Casertana e Matera, le possibilità si riducono veramente a meno di un lumicino. Gli allenamenti riprenderanno domani in vista dell'ultima di campionato contro la Vigor Lamezia.

I TABELLINI
U.S. Lecce: 1 Scuffia, 2 Beduschi (75 Filipe Gomes), 3 Lopez, 4 Diniz, 5 Abruzzese, 6 Sacilotto, 7 Mannini, 8 Lepore, 9 Moscardelli, 10 Bogliacino (53 Herrera) (CAP.), 11 Doumbia (64 Miccoli)
A disp.: 12 Chironi, 13 Vinetot, 14 Di Chiara, 15 Filipe Gomes, 16 Herrera, 17 Gustavo, 18 Miccoli
All.: Bollini
 
Ischia Isola Verde: 1 Giordano, 2 Finizio (CAP.), 3 Bruno, 4 Impagliazzo, 5 Sirignano, 6 Bulevardi, 7 Alvino (82 Bacio Terracino), 8 Gerevini, 9 Infantino (46 Verachi), 10 Millesi, 11 Ciotola (31 Schetter)
A disp.: 12 Mennella, 13 Formato, 14 Bassini, 15 Verachi, 16 Bacio Terracino, 17 Schetter, 18 Fumana
All.: Maurizi
 
Arbitro: Luciano di Lamezia Terme
Assistenti: Stazi-Mangino
 
Marcatori: 18,  20, 56 Doumbia (L.)
 
Note: 24 Gerevini (I) 72 Lepore (L.)  90+3 Sirignano (I) espulsi 27 Gerevini (I) (Doppia ammonizione) angoli 1-0 per il Lecce recupero 3 pt 4 st spettatori 4.010 incasso 26.410,32



In questo articolo: