Oggi Lecce-Messina. Squalificato Camisa, torna Cosenza dal primo minuto. Le probabili formazioni

Il centrale di salentino costretto a saltare la sfida di questo pomeriggio per squalifica. Il difensore calabrese candidato numero uno per la sostituzione. 23 calciatori convocati. Per la prima volta in campionato infermeria vuota.

Ancora poche ore e i giallorossi  di mister Piero Braglia saranno impegnati nella sfida che li vedrà opposti alla compagine siciliana del Messina.

La vittoria conquistata domenica scorsa contro l’Akragas ha proiettato capitan Papini e compagni al secondo posto in classifica e, complice la sconfitta della Casertana in quel di Foggia, ridotto le distanze dalla vetta a cinque punti. Naturale, quindi, che la formazione salentina avrà il solo obiettivo, questo pomeriggio, di conquistare l’intera posta in palio per proseguire nella rimonta in graduatoria per poi sperare, alla fine del campionato, di ottenere la promozione diretta al Torneo cadetto.

In occasione della sfida con i peloritani il tecnico grossetano ha convocato 23 giocatori, per la prima volta, infatti, l’infermeria è totalmente vuota. Unico assente il difensore centrale Alessandro Camisa che, espulso domenica scorsa, è stato squalificato dal Giudice Sportivo. Al suo posto il candidato numero uno alla maglia da titolare è Francesco Cosenza.

A ogni modo l’undici da mandare in campo sarà deciso, come sempre, poco prima dell’inizio, ma il Lecce dovrebbe schierarsi con un 3-4-3 composto da: Perucchini tra i pali; difesa con Freddi, Cosenza e Abruzzese; Lepore, Pessina, Papini e Legittimo in mediana; Surraco, Moscardelli e Curiale a comporre il tridente d’attacco.

Modulo 4-3-3, invece, per la formazione allenata dall’ex attaccante di Vicenza e Inter Arturo Di Napoli che dovrebbe giocare con: Berardi in porta; Martinelli e De Vito esterni di difesa con Burzigotti e Parisi al centro; Giorgione, Baccolo e Fornito a centrocampo; Barracco Leonetti e Cocuzza in avanti.

Al “Via del Mare” fischierà Di Martino di Teramo. Calcio d’inizio alle 17.30.



In questo articolo: