Sfatato il tabù trasferta. Contro la capolista Salernitana i giallorossi vincono 3 a 1

Con una prestazione sontuosa nella ripresa gli uomini di mister Lerda battono la compagine campana dopo lo svantaggio iniziale della prima frazione. Decisivi i cambi. Per Carrozza primo goal in maglia giallorossa.

L'impegno, certamente, è di quelli proibitivi vista la posizione in classifica che la compagine di Menichini, la prima, occupa, ma c'è il tabù trasferta da sfatare e gli uomini di mister Lerda se vogliono ottenere la promozione diretta al torneo cadetto hanno l'obbligo di conquistare la vittoria.

Questa sera, nell'anticipo della 10ma giornata del torneo di Lega Pro i giallorossi dell'allenatore di Fossano hanno affrontato allo stadio "Arechi" la Salernita, che attualmente, in compagnia del Benevento, si trova, appunto, al primo posto della graduatoria. Come sempre problemi di infermeria costringono a scelte obbligate, ma qualche motivo per sorridere c'è. Abruzzese è stato recuperato in extremis, Miccoli si è ripreso dall'infortunio che gli ha fatto saltare le ultime tre gare, Lopez ha scontato la squalifica e, dopo mesi di assenza, si rivedono D'Ambrosio e Diniz. Il Lecce si affida agli stessi 11 visti domenica con la Juve Stabia, con il rientro di Lopez dall'inizio, per il resto stessa formazione di domenica scorsa. Con il capitano che parte dalla panchina. Le cose si mettono subito malissimo. Al quinto, infatti, la compagine campana va in vantaggio. Cross per Calil che anticipa Donida e di testa mette la palla all'angolino destro della porta difesa da Caglioni. Il goal non scuote i salentini che non riescono a guadagnare campo a discapito della formazione di Menichini. Al 22mo nuovo pericolo per il Lecce. Negro scocca un gran tiro dal limite dell'area con la palla che termina di poco a lato del portiere salentino. Il Lecce proprio non c'è con la testa tanto che al 27mo Lopez senza essere minimamente pressato invece di passare il pallone a Caglioni sbaglia l'impatto con la sfera crossando all'interno della propria area di rigore, fortunatamente, all'interno non era presente alcun avversario. Al 31mo pericoloso contropiede campano che non riesce a produrre il raddoppio. Al 44mo primo tiro in porta del Lecce. Moscardelli riesce a liberarsi di due avversari e tira di sinistro dal limite, ma il pallone termina molto alto sopra la traversa. Negli ultimi minuti si vede un Lecce in crescita, senza però che i salentini si rendano minimamente pericolosi nel corso di tutta l'intera prima frazione che termina con due minuti di recupero.

La ripresa si apre con un cambio nel Lecce, fuori Donida e dentro un'altra punta, Della Rocca e quelli che scendono in campo nel secondo tempo sembrano giocatori trasformati. Al secondo di gioco tiro da fuori di Moscardelli e parata dell'estremo difensore salernitano. Al terzo rigore per i giallorossi. Girata al volo di Moscardelli in area e tocco con un braccio di un avversario. Il sig. Marini decreta il penalty e sul dischetto va Carrozza che con un gran destro di collo pieno insacca il pallone sotto la traversa. Per il calciatore ex Gallipoli è il primo goal con la maglia giallorossa. All'11mo i giallorossi ribaltano la situazione. Gran tiro di destro di Moscardelli respinto dal portiere Gori, sul pallone si avventa Sacilotto di testa che a porta vuota deposita in rete. Sono gli uomini di Lerda adesso ad essere padroni del campo e a mettere in difficoltà gli avversari. Al 18mo un sinistro da fuori di Volpe termina alto. La Salernitana cerca la reazione, ma i salentini riescono a tenere bene il campo. Al 23mo un tiro pericoloso di Negro viene respinto dai difensori leccesi. Al 29mo Lerda si copre un po'. Fuori Moscardelli e dentro Lepore. Al 32mo cross di Lepore per Carrozza il cui sinistro termina a lato. Al 34mo un colpo di testa di Lepore termina tra le braccia del portiere. Al 35mo arriva la terza marcatura. Passaggio di Lepore per Doumbia che da pochi passi con un piatto di destro deposita alle spalle di Gori. Al 39mo un sinistro di Volpe termina sopra la traversa. Al 40mo ultimo cambio per il Lecce. Fuori Carrozza e dentro il giovane Rosafio. Da qui fino alla fine non si registra più alcuna azione degna di nota e la gara termina con cinque minuti di recupero.

Il tabù trasferta, finalmente, è stato sfatato. Contro la prima della classe ai giallorossi, dopo un primo tempo da dimenticare, riesce l'impresa e conquistano i primi tre punti fuori dalle mura amiche. Una prestazione convincente quella di questa sera in sintonia con i progressi già visti domenica scorsa contro la Juve Stabia. I salentini riprenderanno  gli allenamenti domani mattina a Salerno in vista della sfida di Coppa Italia di mercoledì pomeriggio contro il Matera.



In questo articolo: