Super Nardò con l’Agropoli, mister Foglia Manzillo:’Bene, ma una rondine non fa primavera’

Mister Antonio Foglia Manzillo, allenatore del Nardò Calcio, analizza davanti alla stampa la vittoria ottenuta in trasferta contro l’Agropoli. Per i neretini, adesso, inizia un nuovo campionato.

Una vittoria importante soprattutto per il morale. Una vittoria che restituisce fiducia e credibilità all'ambiente. È questa la sintesi della partita che domenica scorsa ha finalmente visto trionfare il Nardò nella difficile trasferta di Santa Maria di Castellabate contro l'Agropoli. La formazione granata, per lunghi tratti padrone del campo, ha dimostrato di essere in fase di crescita mettendo in evidenza un possesso palla prolungato, un ottimo fraseggio e incisività di manovra.
 
Artefice di questa svolta è un indubbiamente mister Antonio Foglia Manzillo, che nell'arco di poco tempo, è riuscito a imprimere il suo credo calcistico proponendo una squadra ben impostata in campo. Il tecnico napoletano analizza così la partita di domenica scorsa: «Venivamo da tre sconfitte consecutive e la paura maggiore era che, data la posta in palio, la tensione ci facesse giocare contratti, pensando più a buttar via la palla piuttosto che gestirla. Invece i ragazzi mi hanno sorpreso, hanno iniziato con il piglio giusto giocando palla a terra su un terreno che ci ha favorito. Quando si sbaglia un rigore, si fa di tutto per vincere la partita e a un quarto d'ora dalla fine si resta in dieci, sinceramente si pensa alla sconfitta, però siamo stati bravi a segnare immediatamente e ci siamo galvanizzati. Poi è stata ristabilita la parità numerica e quindi si è clamorosamente girato l'ago della bilancia. Abbiamo sofferto però abbiamo continuato a giocare meritando la vittoria».
 
Sull'evoluzione del gioco, il tecnico napoletano spiega la metamorfosi della sua squadra. «Domenica scorsa, pur meritando la sconfitta contro una grandissima squadra come il Bisceglie, i ragazzi ci avevano messo tanta grinta, furore agonistico e applicazione. Per cui già contro i nerazzurri avevamo cambiato atteggiamento e oggi è arrivato anche il risultato. Abbiamo preparato per bene la partita e i ragazzi sono stati bravi a trovare i giusti movimenti e inserimenti nelle maglie avversarie».
 
Messi in cascina i primi punti adesso inizia un nuovo campionato per il Nardò anche se Foglia Manzillo resta con i piedi per terra.

«Una rondine non fa primavera. Non abbiamo risolto tutti i nostri problemi però perlomeno adesso ci siamo sbloccati mentalmente e magari andiamo a rischiare qualche giocata che fino a domenica non rischiavamo. Abbiamo solo fatto il primo passo avanti».



In questo articolo: