Lepore punge le vespe. Contro la Juve Stabia termina 1-0, adesso il Lecce è terzo

Con un goal del centrocampista leccese i giallorossi superano la compagine campana e ritorna al terzo posto in solitario. Buona prestazione dei salentini che mai hanno rischiato di subire la marcatura avversaria. La ripresa domani è mercoledì c’è la Salernitana.

Tre bellissime vittorie consecutive che avevano restituito speranze, risultati e gioco e una squadra apparsa demotivata, senza ambizioni e scarica e poi una sconfitta che ha rimesso in discussione tutto quello di buono si era fatto nei precedenti incontri.

Le tribolazioni per il Lecce sembrano non avere mai fine in questo campionato, quando si è raggiunto qualcosa di buono, improvvisamente, solo ed esclusivamente per demeriti propri, si ritorna nell'oblio, al punto di partenza.

Con queste premesse ben poco edificanti, questa sera i giallorossi di mister Alberto Bollini sono scesi in campo tra le mura amiche del "Via del Mare" nella sfida che li ha visti opposti alla Juve Stabia, allenata da Giuseppe Pancaro, con l'occasione di superarla al terzo posto in classifica in caso di vittoria. Le due compagini in caso di tre punti dei salentini sarebbero appaiate a pari punti ma, visto il pareggio dell'andata, il Lecce, in virtù degli scontri diretti, sarebbe avanti. Inutile nascondere che il compito non è facile visto lo spessore degli avversari, ma i salentini quest'anno i problemi li hanno riscontrati contro le piccole, sfoderando, ironia della sorte, grandissime prestazione contro le grandi.

In occasione della sfida con le "vespe" il tecnico di Poggio Rusco a causa delle assenze di Salvi, Papini e Filipe Gomes é costretto ad inventare il centrocampo dove giocano Lepore, Sacilotto ed Herrera che indietreggia. Nel reparto arretrato Vinetot sostituisce Abruzzese e in attacco oltre a Gustavo e Moscardelli si rivede Doumbia che, recuperato dopo un lungo infortunio, viene lanciato nella mischia dall'inizio.

Il Lecce parte benissimo e già al secondo di gioco va vicino al gol con un rasoterra da fuori parato da Pisseri. Sulla respinta del l'estremo difensore stabiese il pallone è frenato dal terreno di gioco reso pesante dall'abbondante pioggia che rende facile la presa del portiere. Al 12mo tegola in casa Lecce. Sacilotto è costretto a lasciare il terreno di gioco per infortunio, al suo posto entra Beduschi che si posiziona sul lato destro di difesa con Mannini che avanza e Lepore che si posiziona al centro della mediana. Al 14mo un tiro da fuori di Lepore termina alto. Al 16mo una girata al volo di Moscardelli termina di poco a lato. Al 31mo cross pericoloso di Mannini, ma prima Moscardelli e poi Gustavo non riescono nella deviazione in porta. Al 33mo un tiro centrale di La Camera viene abbrancato in presa da Caglioni. È l'ultimo episodio della prima frazione che termina con due minuti di recupero è che ha visto un Lecce voglioso, ma non in grado di incidere a causa delle condizioni del terreno di gioco.

Nella ripresa si nota una maggiore intraprendenza della compagine campana che prende campo e agisce stabilmente nella metà campo leccese. Al 60mo Lecce  vicino al vantaggio. Cross di Herrera e girata di testa di Moscardelli sulla quale Pisseri compie il miracolo deviando in corner. Con il passare dei minuti il Lecce riacquista terreno, senza però, creare pericoli alla porta avversaria. Al 71mo una punizione dal limite viene deviata in corner all'estremo difensore campano. All' 81mo Lecce in vantaggio. Cross di Herrera, tiro al volo di Moscardelli respinto da un difensore avversario con il petto, sulla palla terminata fuori dal l'area si avventa Checco Lepore che con un destro collo pieno insacca alle spalle di Pisseri. All'89mo una punizione dal limite di Burrai viene parata a terra da Caglioni. Nei rimanenti minuti il Lecce controlla agevolmente senza mai rischiare di subire il pareggio.

Con la vittoria di oggi i salentini ritornano alla vittoria e ritornano al terzo posto in classifica. Buona prova dei giallorosi, come dicono le pagelle della redazione sportiva di leccenews24.it,  che mai hanno rischiato di subire marcature e si sono resi intraprendenti per tutto l'arco della gara. La ripresa domani mattina in vista del l'anticipo di mercoledì sera contro la Salernitana. I campani, domani, intanto, se la vedranno con il Benevento e sognano il sorpasso in vetta.

I TABELLINI
U.S Lecce: 1 Caglioni, 2 Mannini, 3 Lopez, 4 Diniz (CAP.), 5 Vinetot, 6 Sacilotto (12 Beduschi), 7 Doumbia (58 Embalo), 8 Lepore, 9 Moscardelli, 10 Herrera, 11 Gustavo (84 Di Chiara)
A disp.: 12 Scuffia, 13 Beduschi, 14 Di Chiara, 15 Parlati, 16 Manconi, 17 Embalo, 18 Miccoli
All.: Bollini
 
S.S. Juve Stabia: 1 Pisseri, 2 Romeo, 3 Contessa, 4 Burrai, 5 Polak, 7 Migliorini, 8 Jidayi (CAP.), 9 Di Carmine (54 Ripa), 10 La Camera (63 Bombagi), 11 Gammone (75 Carrozza)
A disp.: 12 Sahturro, 13 Cancellotti, 14 Bombagi, 15 Caserta, 16 Carrizza, 17 Lepiller, 18 Ripa
All.: Pancaro
 
Arbitro: Marini di Roma 1
Assistenti: Rossi-Stazi
 
Marcatori: 81 Lepore (L.)
 
Note:ammonito 20 Lopez (L.) 30 Moscardelli (L.) 55 Ripa (J.S.) 61 Romeo (J.S) 81 Lepore (L.) 90+ 3 Di Chiara (L.) spettatori 3.612 incasso 19,203,32 angolo 8-3 per il Lecce recupero 2 pt 4 st



In questo articolo: