Mare d’inverno, cartoline dal Salento

In un gennaio dalle fredde temperature, il Salento regala degli scorci di autentica poesia, con un mare che sembra immobile e una costa solitaria che si staglia sull’acqua. Turisti venite… ma anche no.

E’ possibile innamorarsi del mare, del mare d’inverno? Sì, si può. Non si può non innamorarsi dell’acqua grigio-blu, dell’acqua che riflette i colori, magari un po’ plumbei, del cielo di gennaio.

E quando tutti corrono verso la montagna, a sciare o a veder sciare, ad ammirare le cime innevate delle alture, a temperature sotto lo zero, noi rimaniamo qui, dove può capitare di percorrere soltanto qualche chilometro per andare a vedere il mare. Così, ti puoi imbattere in uno degli scenari più belli ed ammirare da una roccia un mare placido e tranquillo, che magari fa da contrasto ad un cielo non proprio sereno.

È gennaio e la costa salentina regala uno degli spettacoli più affascinanti, in un mese che sta facendo registrare temperature fredde, freddissime, soprattutto per chi, come noi, proprio non ci è abituato.

Il mare d’inverno regala attimi di serenità, di tranquillità indiscussa, lontani dal tram tram delle città invase, come oggi, dal traffico animato dagli sconti nelle vetrine, per i ricorrenti saldi di inizio d’anno, o dalle scuole che hanno riaperto i battenti.

L’attrazione per un turismo fuori stagione c’è tutta: oltre agli eventi che da Natale in poi si susseguono su tutto il territorio dell’entroterra, a cominciare dai presepi viventi e artistici, allo scoperta dei piccoli borghi di cui il Salento è costellato, c’è la costa che non va valutata soltanto d’estate quando le spiagge vengono prese d’assalto.

Eppure, godersi il mare in piena solitudine, diciamolo pure, ha un sapore tutto particolare, e al diavolo la destagionalizzazione e tutti i discorsi di rilancio turistico! Noi ci godiamo lo spettacolo. Punto. 

Per cartoline belle come quelle che oggi vi abbiamo regalato, andate sulla nostra pagina dedicata a tutti voi: foto.leccenews24.it



In questo articolo: