Non può piovere per sempre: finalmente il caldo e nel Salento esplode il turismo

I turisti a Lecce non sono più una novità. Dopo le vacanze pasquali e con l’arrivo dei primi caldi città invasa dai vacanzieri. Le parole del Responsabile Progettazione di Puglia Promozione, Stefania Mandurino e del Presidente Provinciale del Sib, Vito Vergine.

Non può piovere per sempre. La frase del film “Il Corvo”, pronunciata dall’intramontabile Brandon Lee, sembra abbia ironicamente contornato l’ultima Pasquetta, dove il maltempo ha imperversato in quasi tutta Italia (Puglia e Salento compresi). Ce ne siamo accorti un po’ tutti, ad onor del vero, che durante le ore diurne sciarpe e cappotti iniziano a diventare accessori superflui. Del resto, superati gli ultimi scorci di freddo e nuvole, pare che adesso l'aria primaverile sia riuscita a relegare l’inverno, affacciandosi così all’imminente bella stagione. Un esempio pratico? Ieri i primi 150 passeggeri della Msc Crociere erano a Lecce per “invadere” il centro storico. Delle scene, queste, viste e riviste, soprattutto davanti ai primi caldi.

C’è di più. Il calendario 2015 propone ben due appuntamenti che potrebbero portare non solo visibilità, ma anche ossigeno economico alle strutture ricettive provinciali. Da un lato il weekend del 25 aprile; dall’altro, il ponte dell’1 Maggio. A tal proposito, la redazione di Leccenews24.it stamattina ha contattato telefonicamente due esperti del settore turistico da cui è emersa una bellissima conferma: la Puglia è in cima alle preferenze dei vacanzieri, italiani e stranieri.

«Esistono numeri e pareri autorevoli di riviste scientifiche internazionali che testimoniano quanto la nostra regione risulti desiderata. E anche nel 2015, stando ad indicatori di ricerca nazionali, emergono valutazioni positive. Ci aspettiamo una bella stagione». Così Stefania Mandurino, responsabile della progettazione di PugliaPromozione che, da noi intervistata, non nasconde una giustificata vena ottimistica davanti alla voglia di “Stivale” di tanti viaggiatori esteri. «In vista dei due ponti (25 Aprile e 1 Maggio), Discovering Puglia punta molto, grazie ad attività di fruizione turistica gratuite, al sistema dei parchi, delle aree protette e riguardante le biodiversità pugliesi. Degli “Open Days” dedicati ai beni culturali e alla natura, che proseguiranno pure per il periodo Maggio-Giugno».

Nel dettaglio, si tratta di un progetto promosso da PugliaPromozione, Agenzia Regionale del Turismo, in collaborazione col Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Mare, nell'ambito delle strategie nazionali della biodiversità. Dal Gargano al Salento, ben 24 luoghi naturali resi fruibili gratuitamente: 13 parchi (di cui 2 nazionali e 11 regionali), 9 riserve (di cui 6 WWF) e 2 aree marine protette. Un patrimonio verde che ospita ben 200 appuntamenti messi in rete da circa sessanta organizzatori tra associazioni, guide escursionistiche e rurali e operatori del settore ambientale. «Anche sul web spadroneggiamo – aggiunge la dott.ssa Mandurino – gli utenti dimostrano interesse non solo per via di luoghi come Gallipoli, ma anche leggendo recensioni sparse nei siti dedicati».

 «Percepiamo un interesse direttamente proporzionale all’aumento della temperatura, confermando delle ottime aspettative – dice invece il sig. Vito Vergine, presidente provinciale del SIB (Sindacato Italiani Balneari) e proprietario delle famosissime “Maldive del Salento” – anche da parte di alcuni colleghi. C’è fiducia, ma non facciamoci illusioni troppo presto». «In genere – prosegue Vergine – chi prenota per primo ottiene anche la certezza di trovare il posto prima di atri. La provenienza, in questo periodo, è soprattutto italiana sebbene non manchi qualche turista tedesco. Strada facendo, però, le presenze si allargano anche a paesi orientali come il Giappone, ad esempio». «Diciamoci la verità – conclude Vergine – mare e ambiente sono i motivi per cui le persone vengono da noi, la gastronomia viene dopo. Non solo. In tantissimi, una volta provato il Salento, utilizzano il "passaparola" e scelgono di ritornare».



In questo articolo: