Ancora fiamme a Surbo, nel mirino una Mercedes Classe A di un 30enne

Dopo una tregua, durata circa una ventina di giorni, un altro incendio doloso si è verificato nella notte nel centro alle porte di Lecce. Qualcuno ha cosparso di benzina la ‘Mercedes Classe A’ di un 30enne del posto.

Torna la paura a Surbo, le auto tornano a bruciare tra le fiamme. Dopo una tregua, durata circa una ventina di giorni, un altro incendio doloso si è verificato nella notte nel centro alle porte di Lecce. Qualcuno, ancora non si conosce né il movente né di chi si tratti, ha cosparso di benzina la “Mercedes Classe A” di un 30enne del posto. La vittima dell’accaduto è un disoccupato che non ha alcun tipo di precedente penale, ma è imparentata con soggetti conosciuti dalle Forze dell’Ordine.

Le fiamme, questa volta, sono state appiccate in via Salvo D’Acquisto, all’ingresso del Paese. L’incendio si è verificato intorno alle 21, un orario abbastanza insolito per una vicenda del genere anche perché a quell’ora c’è il forte rischio di essere scoperti. La cosa, però, non è andata così anche perché, i primi ad arrivare sul posto, sono stati i vigili del fuoco di Lecce che sono intervenuti, ma al loro arrivo il rogo era già spento.

Dalla dinamica dei fatti si è capito che il rogo è di natura dolosa. Ad avvalorare questa tesi si è scoperto che nei pressi del mezzo dato alle fiamme, infatti, è stata ritrovata una tanica con residui di benzina. Quest’ultima è stata senza ombra di dubbio utilizzata per appiccare l’incendio. Dell’episodio sono stati informati i carabinieri della stazione locale e i colleghi del Norm della compagnia di Lecce. Le indagini sono in corso. In queste ore gli investigatori stanno visionando le immagini di telecamere davanti a esercizi commerciali e abitazioni presenti nella zona.



In questo articolo: