Agguato nelle campagne di Copertino, in manette il quarto componente della banda

Si tratta di Toni Saponaro, irreperibile al momento della cattura dei tre complici. All’alba di oggi i Carabinieri della Stazione di Carmiano lo hanno tratto in arresto.

Si chiude il cerchio sui presunti autori dell’aggressione dello scorso 2 ottobre, nei confronti di Paolo Panzanaro, 44enne di Veglie.

Dopo l’arresto nella giornata di mercoledì di Bruno Guida, 42enne di Leverano, Peppino Vadacca, 44enne di Carmiano e Matteo Niccoli, 22enne anche lui di Carmiano arrestati, in flagranza di reato, alle prime luci dell’alba di oggi a Carmiano, i militari dell’Arma della Stazione locale, in esecuzione a un’ordinanza applicativa della misura coercitiva personale della custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Lecce, Sezione Giudice delle Indagini Preliminari, hanno tratto in arresto a Toni Saponaro, 42enne, nato e residente a Carmiano, irreperibile al momento dell’arresto degli altri tre.

Il provvedimento scaturisce dalla condivisione delle risultanze investigative da parte dell’Autorità Giudiziaria, in quanto l’uomo è stato individuato e ritenuto responsabile dei reati di: tentato omicidio in concorso; lesioni personali aggravate e detenzione e porto in luogo pubblico di arma comune da sparo per quanto accaduto, ripetiamo, lo scorso 2 ottobre.

Il 42enne, espletate le formalità di rito è stato tradotto presso il Carcere di “Borgo San Nicola” a Lecce.