Presunto abuso d’ufficio a Otranto. Cinque assoluzioni al termine del processo

Non solo, poiché per tutti gli imputati i reati edilizi sono stati dichiarati prescritti dai giudici. La sentenza a opera della Seconda Sezione Penale

Arrivano cinque assoluzioni al termine del processo sulle presunte irregolarità, con la complicità di funzionari comunali, nell’operato di una grossa azienda agricola in località Fontanelle in agro di Otranto.

Nella giornata di ieri, i giudici della seconda sezione penale (presidente Cinzia Vergine) hanno assolto il geometra Giuseppe Tondo e l’ingegnere Emanuele Maggiulli, nella rispettiva qualità di responsabile per le autorizzazioni paesaggistiche e di dirigente dell’Area Tecnica del Comune di Otranto. Non solo, anche il proprietario ed il progettista.

Nello specifico, sono stati assolti dall’accusa di falso ideologico e abuso d’ufficio “per non aver commesso il fatto”, il dirigente comunale Maggiulli con l’assistenza dell’avvocato Antonio Quinto e il proprietario, il progettista e il tecnico comunale Tondo con l’assistenza dell’avvocato Mauro Finocchito i primi due e dell’avvocato Davide Ciriolo il terzo.

Non solo, poiché per tutti gli imputati i reati edilizi sono stati dichiarati prescritti.



In questo articolo: