‘Beccato’ con la droga prima di salire sull’autobus. In manette giovane pusher tricasino

Le indagini dei Carabinieri partite a seguito di una segnalazione di alcuni genitori. Un 18enne di Tricase è finito agli arresti domiciliari. In casa trovata altra droga, un bilancino di precisione e del denaro.

Nella prima mattinata di oggi, i Carabinieri della Stazione di Tricase, in collaborazione con personale del Nucleo Operativo, hanno tratto in arresto D. G.  18enne di del luogo, poiché ritenuto responsabile di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.
 
Da diverso tempo alcuni genitori avevano segnalato attività per così dire  “strane” sull’autobus che portava giornalmente i loro figli a scuola, era necessario, però,  individuare chi fosse il pusher ed attendere l’occasione buona.
 
Complessa e articolata è stata l’attività posta in essere dai militari dell’Arma poiché il ragazzo è il classico insospettabile. A suo carico, infatti, non figura alcun precedente, né il suo nome è mai emerso in attività analoghe.
 
A ogni modo, svolte le opportune verifiche e posti in essere alcuni servizi di osservazione, questa mattina è scattata l’operazione.
 
I Carabinieri della Stazione di Tricase, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo, ripetiamo,  hanno fermato il pusher pochi istanti prima che salisse a bordo dell’autobus che lo avrebbe portato a scuola.
 
Indosso gli sono stati trovati sei  involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish.
 
Nel corso di una  successiva perquisizione effettuata presso la sua abitazione sono stati trovati altri cinque involucri identici per peso e confezionamento. Il totale dello stupefacente rinvenuto ammonta a 55 grammi.
 
I militari hanno, altresì, recuperato anche la somma di 170 euro frutto dell’attività di spaccio e un bilancino elettronico di precisione.
 
Al termine degli accertamenti il giovane è stato accompagnato presso la Caserma di Tricase per le formalità di rito e poi condotto presso la sua abitazione dove resterà in regime degli arresti domiciliari.
 

Lo stupefacente, ​il denaro ed il bilancino sono stati sottoposti a sequestro.



In questo articolo: