Comandante dei vigili ingiustamente destituito? Ex sindaco di Tricase condannato a 2 anni e 6 mesi

È stato inoltre disposto il risarcimento del danno da quantificarsi in separata sede, in favore dell’ex comandante del corpo di polizia locale di Tricase, che si era costituito parte civile

Arriva la condanna a 2 anni e 6 mesi per Antonio Coppola, ex sindaco di Tricase, con l’accusa di abuso d’ufficio.

La sentenza è stata emessa dai giudici in composizione collegiale della seconda sezione penale (presidente Pietro Baffa, a latere Bianca Maria Todaro e Silvia Saracino) che hanno invece riqualificato il reato di omissione di atti d’ufficio, in mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice.

È stato inoltre disposto il risarcimento del danno da quantificarsi in separata sede, in favore di Luigi Muci, ex comandante del corpo di polizia locale di Tricase, che si era costituito parte civile, attraverso l’avvocato Alessandra Musardo.

Invece, il pm Alessandro Prontera ha invocato la condanna ad 1 anno di reclusione.

Antonio Coppola, 68enne di Tricase,  una volta depositate le motivazioni della sentenza, attraverso il suo legale, presenterà ricorso in Appello.

L’inchiesta

Secondo l’accusa, Coppola, in qualità di sindaco pro tempore, rifiutava indebitamente di adottare il decreto necessario a dare attuazione all’Ordinanza pronunciata il 24 aprile del 2017 dal giudice del lavoro. L’atto recava lordine di riassegnare a Muci, l’incarico di “Responsabile del Servizio di Polizia Locale – Comandante”.

Non solo, poiché secondo la Procura, nonostante la consapevolezza della insussistenza dei presupposti di legge, quale mero atto ritorsivo, Coppola adottava un altro decreto, dotato di motivazione apparente, con il quale destituiva – e di fatto revocava – dall’incarico di Comandante del Corpo di Polizia Locale di Tricase, lo stesso Muci, funzionario specialista di vigilanza.

Al suo posto, il sindaco avrebbe nominato illegittimamente, un neoassunto istruttore direttivo, titolare di contratto di lavoro part-time di categoria inferiore.

Muci, sarebbe stato, dunque, demansionato della posizione organizzativa e delle correlate indennità dello stipendio.

(Immagine di repertorio)



In questo articolo: