Realizzano in un lido di Porto Cesareo frangiflutti e una terrazza senza autorizzazione, nei guai quattro persone

Sono stati denunciati in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione locale. Lo stabilimento balneare e l’attrezzatura sono stati sottoposti a sequestro.

Con l’avvicinarsi della stagione estiva, che anche quest’anno è ancora tutta da pianificare nel dettaglio a causa della pandemia da coronavirus, si intensificano i controlli a opera dei Carabinieri del Comando provinciale di Lecce, finalizzati a prevenire e reprimere i reati che interessano le località rivierasche nel territorio salentino.

Nel corso delle verifiche, a Porto cesareo, i militari della Stazione locale, a conclusione di una serie di accertamenti mirati a reprimere reati ambientali, hanno denunciato in stato di libertà quattro persone: G. E., 39enne; D. A. G., 53enne; D. G. B., 50enne e M. P., 52enne

I primi due sono stati sorpresi sulla battigia antistante un lido cesarino, mentre realizzavano frangiflutti senza autorizzazione, posizionando circa 270 sacchi juta contenenti sabbia e scarti inerti.

Durante lo stesso controllo gli uomini della “Benemerita, hanno riscontrato la realizzazione di circa 70 metri quadrati di terrazzamento in muratura privo di concessioni edilizie.

Lo stabilimento balneare e il materiale sono stati posti sotto sequestro e affidati in custodia giudiziale agli amministratori.



In questo articolo: