Furti nei paesi della Grecìa, comunità allarmate. I cittadini chiedono più sicurezza

Tante le segnalazioni di alcuni cittadini, residenti nei Comuni della Grecìa Salentina, per una serie di furti avvenuti nelle scorse settimane. Ieri un episodio analogo a Serrano. Le comunità si rivolgono intimorite alle forze dell’ordine, cercando maggiore sicurezza.

C’è preoccupazione, in alcuni comuni della Grecìa Salentina, per l’escalation di episodi predatori accaduti nelle scorse settimane (in particolar modo a Martano, Cannole e Carpignano). Si tratta soprattutto di furti, per giunta commessi con una certa violenza, a danno di incolpevoli cittadini. E come se non bastasse, ieri sera a Serrano sarebbe avvenuta un’altra serie di fatti analoghi. Le comunità di questi paesini, ovviamente, sono piuttosto spaventate e chiedono giustamente maggiore sicurezza. Ciò nonostante gli interventi e le indagini che a tal proposito stanno svolgendo le forze dell’ordine, la cui mole di lavoro negli ultimi giorni è notevolmente aumentata. Da qui, in particolare, il sindaco di Cannole si era rivolto al Prefetto di Lecce per segnalare tali fatti, cercando di rintracciare una misura che possa aumentare la prevenzione di ulteriori accadimenti criminosi.

Di appena 48 ore addietro, del resto, la tentata rapina avvenuta a Cannole ai danni di una povera anziana 70enne. L'Amministrazione Comunale però, in particolare con l'impegno del primo cittadino, Leandro Rubichi, sta cercando in tutti i modi di porre rimedio a questa situazione di disagio e paura che si è creata nella comunità, sin dai primi episodi avvenuti mesi fa. Sono state messe a conoscenza tutte le autorità competenti, dal Prefetto al Questore, al Comandante della Compagnia Carabinieri di Maglie, al Comandante della Guardia di Finanza di Otranto. Sono inoltre state esortate ad intraprendere azioni immediate di intensificazione dei controlli riguardo i furti.

Da qui, l'appello rivolto a tutta la cittadinanza, ad opera dell’Assessore cannolese Lorenzo Cariddi, ovvero quello di “essere uniti tutti quanti, oggi più che mai, di essere un'unica squadra, di lasciar perdere il colore politico e le dispute storiche che si stanno leggendo su Facebook”.

Facciamo gruppo ed aiutiamoci l'un l'altro e forse riusciremo a portare a casa qualche risultato, ritornando a vivere nella tranquillità e nell'armonia, senza nessuna paura”.



In questo articolo: