Gallipoli, rubano ape e sbattono contro un’auto in sosta. Arrestati

I due si sarebbero impossessati di una moto-ape appartenente al servizio di nettezza urbana della località rivierasca. Arrestati sono stati rimessi in libertà su disposizione del Pubblico Ministero

Furto aggravato e danneggiamento sarebbero queste le accuse formulate nei confronti di  Fabio Pompilio, 23enne di Chieti e Francesco Maggio, ventinovenne di Poggiardo, arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri  dell’XI Battaglione Puglia, operanti nel periodo estivo, a supporto della Compagnia di Gallipoli, nell’ambito dell’operazione ‘Estate Sicura’

Alle 7.00 circa di questa mattina, i militari sono stati inviati dalla Centrale Operativa in via Potenza, a Gallipoli, dove era stato segnalato un incidente tra una moto-ape 50 ed un mezzo in sosta.

Giunti sul posto gli uomini dell’Arma avrebbero notato che il mezzo – appartenente  alla Società di Nettezza Urbana di Gallipoli – risultava danneggiato dall’impatto.

Nei pressi vi erano due operatori della stessa impresa.

Da quanto accertato, in base anche alle testimonianze, i Carabinieri sono riusciti a ricostruire la vicenda.

L’operatore di Nettezza Urbana si trovava su Corso Italia, poco distante dalla moto-ape, intento a pulire la strada.  D’improvviso due ragazzi, sono entrati nel tre ruote, che aveva le chiavi inserite e sono partiti alla forte velocità.

Dopo duecento metri circa, nello svoltare in direzione di una strada laterale, dopo aver percorso tutto Corso Roma a zig-zag, hanno impattato contro un’autovettura in sosta, provocando danni ad entrambi i veicoli.

A quel punto sono scesi dal mezzo e, vistisi inseguire dall’operatore della nettezza urbana, coadiuvato da un collega, sono fuggiti.

I Carabinieri hanno avviato subito le ricerche e, in una via limitrofa, hanno fermato uno dei due. Poco dopo, anche l’altro si è costituito.

Per entrambi è scattato l’arresto con l’accusa furto aggravato e danneggiamento.

Su disposizione del Pubblico Ministero di turno, Elsa Valeria Mignone, sono stati rimessi in libertà.



In questo articolo: