Gallipoli, scoperti con 7 cellulari nello zaino. Deferiti per ricettazione

Due giovani di Corato, già denunciati lo scorso 15 agosto, non avrebbero saputo dare spiegazioni convincenti in merito alla provenienza dei telefoni. Gli apparecchi sono stati restituiti in gran parte ai legittimi proprietari

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli nella mattinata appena trascorsa hanno deferito in stato di libertà due fratellastri di Corato con l’accusa di ricettazione.

I due giovani, già noti ai militari della città jonica perché fermati e denunciati a ferragosto nel corso di un servizio a largo raggio (in quell’occasione sarebbero stati trovati in possesso di sostanza stupefacente e alcune banconote false), sarebbero stati visti, nella serata di ieri, nei pressi di un bar della Baia Verde, in compagnia di altre persone, intenti a fumare qualcosa che, a prima vista, sarebbe sembrato uno spinello.

Fermatisi e volendo verificare, visti i precedenti, se i ragazzi avessero altra sostanza stupefacente, gli uomini dell’Arma li avrebbero sottoposti a perquisizione rinvenendo, nello zaino in uso, un marsupio con all’interno sette cellulari.

I giovani, interpellati in merito alla provenienza degli stessi, non avrebbero saputo dare spiegazioni convincenti e sono stati portati in caserma.

Gli accertamenti partiti immediatamente sui cellulari avrebbero permesso di stabilire che gli stessi sarebbero stati rubati tra il 31 agosto e la giornata di ieri sulle spiagge gallipoline.

Nella fattispecie sei sono stati i furti scoperti dai militari. I telefonini sono stati in gran parte già restituiti ai legittimi proprietari salvo uno, un Samsung S2 di colore nero, di cui non è stato ancora trovato il proprietario.

I Carabinieri di Gallipoli invitano coloro i quali hanno subito il furto di un cellulare simile nella “Perla dello Jonio” nei giorni interessati a mettersi in contatto con loro per poter, eventualmente, procedere alla restituzione.



In questo articolo: