Muore a soli 37 anni dopo un’operazione alla gamba, tre medici indagati

L’autopsia, disposta dal pubblico ministero Stefania Mininni, servirà a far luce sulle cause del decesso e su eventuali responsabilità del personale medico che ha avuto in cura il giovane.

Tre medici risultano indagati per la morte di un 37enne, in cura nei mesi scorsi presso l’Ospedale di Tricase.

Si tratta di un atto dovuto in vista dell’autopsia che verrà eseguita, martedì prossimo, dal medico legale Alberto Tortorella e dallo specialista anestesista, Salvatore Colonna.

Gli indagati (due di essi in servizio presso il nosocomio di Tricase) rispondono dell’ipotesi di reato di omicidio colposo e sono difesi dagli avvocati Sabrina Conte, Vincenzo Venneri, Paolo Rizzo, Vincenzo Scalini.

I familiari della vittima, un giovane di Ugento, sono assistiti dagli avvocati Alberto, Luigi ed Arcangelo Corvaglia.

L’autopsia, disposta dal pubblico ministero Stefania Mininni, servirà a far luce sulle cause del decesso e su eventuali responsabilità del personale medico che ha avuto in cura il giovane.

La denuncia

Il 37enne di Ugento è deceduto il 21 luglio scorso. Questi era stato prima visitato dalla guardia medica e poi ricoverato d’urgenza presso il nosocomio di Casarano (estraneo alle indagini).

Gli accertamenti investigativi sono scattati, a seguito della denuncia in Procura, presentata dai familiari della vittima. Il giovane, nel dicembre dello scorso anno, era stato operato per una lesione ulcerativa alla gamba sinistra, presso l’Ospedale di Tricase e poi sottoposto ad una serie di cure mediche. Le sue condizioni sono andate, però, via via peggiorando e la famiglia del giovane vuole vederci chiaro sulle cause della sua morte.



In questo articolo: