L’avrebbe picchiata fino a spappolarle la milza. In manette 31enne nigeriano

Vittima una connazionale, i fatti si sarebbero svolti nel pomeriggio di ieri. L’uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di ‘Borgo San Nicola’.

Avrebbe brutalmente picchiato la donna con cui intratteneva una relazione fino a spappolarle la milza, il fegato ed il surrene. Per questi motivi, James Eboigbe, nigeriano 31nne, è finito in carcere.
 
I fatti si sono svolti così: nel pomeriggio di ieri, una cittadina nigeriana, infatti, ha richiesto l’intervento di una volante in quanto sarebbe stata crudelmente presa a botte da  un suo connazionale, con il quale avrebbe intrattenuto una relazione sentimentale.
 
Al suo arrivo, il personale della volante ha trovato la donna in gravissime condizioni di salute, tanto da rendersi necessario l’immediato trasporto presso il pronto soccorso.
 
Qui, la ragazza, 31enne in regola con il permesso di soggiorno, avrebbe raccontato di aver litigato con James Eboigbe, appunto, perché l’uomo, che abiterebbe a Napoli e saltuariamente la verrebbe a trovare, avrebbe preteso le chiavi del suo appartamento. Al  rifiuto della donna, poi, sarebbe scattata la violenza.
 
I poliziotti hanno fatto appena in tempo ad acquisire la denuncia, a raccogliere le generalità del ragazzo e l’indirizzo di casa, poi, la ragazze è stata ricoverata d’urgenza in prognosi riservata. I medici avrebbero accertato subito dopo che le percosse avrebbero causato lo spappolamento della milza, del fegato ed del surrene.

Mentre gli uomini della Questura si accingevano ad allontanarsi dal pronto soccorso per andare alla ricerca dell’uomo, poi, avrebbero notato proprio in prossimità dell’ospedale un ragazzo di colore che si stava avviando verso il pronto soccorso.
 
Sospettando che potesse trattarsi del ricercato, il quale probabilmente per sincerarsi delle condizioni di salute della donna, si stava recando in ospedale, lo hanno fermato.
 
Gli agenti, a seguito del controllo, avrebbero appurato trattarsi di James Eboigbe  che, dopo una perquisizione personale, sarebbe stato anche trovato in possesso, custodite all’interno di una tasca, delle chiavi dell’appartamento in questione.
 
Anche alcuni vicini che avrebbero udito le urla della ragazza e avrebbero, altresì, confermato la circostanza di aver visto allontanarsi un ragazzo di colore dall’abitazione della vittima.
 
James Eboigbe, a questo punto, è stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Lecce.



In questo articolo: