Lunedì nero sulle strade salentine, due incidenti in poche ore

Due incidenti nel giro di un’ora sull’asfalto salentino. Sulla Otranto Porto Badisco e sulla Brindisi Lecce si è temuto il peggio, ma alla fine si è scongiurato il pericolo di vita.

La mattinata si apre con due fatti di cronaca, due sinistri che si sono consumati sull’asfalto. Intorno alle 8, sulla superstrada Lecce-Brindisi, all’altezza dello svincolo tra Torchiarolo e San Pietro Vernotico, un autoarticolato per cause ancora da accertare si è ribaltato, inclinandosi su un fianco e uscendo di carreggiata.

Non si capisce bene ancora il motivo per cui il conducente – che si stava dirigendo verso Lecce -abbia perso il controllo del mezzo, tant’è che il gigante della strada ha provocato dei rallentamenti sull’arteria, la 613 tra il km 15,100 e il km 15,000, che si sono protratti per circa due ore. Fortunatamente l’autista del camion né è uscito illeso anche se leggermente ferito, anche perché soccorso tempestivamente dalle ambulanze del 118. Sul posto sono subito intervenute le squadre dell’Anas e i carabinieri, per le attività di accertamento della dinamica, la rimozione del mezzo pesante e la gestione della viabilità. I veicoli, in direzione Lecce, vengono deviati allo svincolo di San Pietro Vernotico.

Tanta paura, circa un’ora dopo, sulla Otranto – Porto Badisco, dove si è verificato un sinistro che ha fatto temere il peggio per il conducente di un ciclomotore. Il mezzo a due ruote, lungo la litoranea idruntina, sarebbe stato urtato da un’auto mentre entrambi percorrevano la strada che porta dal centro idruntino a Porto Badisco. Il motociclista, dopo quest’impatto, ha perso il controllo ed è caduto rovinosamente sull’asfalto.

Le ambulanze del 118 hanno condotto l’uomo in codice rosso presso il “Vito Fazzi” di Lecce, ma pare che non ci sia pericolo per la sua vita. In questo caso sono intervenuti i carabinieri del posto per accertare le dinamiche dell’accaduto.



In questo articolo: