Strappa la carta di circolazione dalle mani dei carabinieri che aveva insultato, solo per evitare la multa. Finisce nei guai

Un 52enne di Gallipoli è stato deferito in stato di libertà per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Per evitare che scrivessero il verbale ha strappato dalle mani dei carabinieri la carta di circolazione. E li ha pure insultati.

Oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale: sono queste le accuse contestate a A.S. (queste le sue iniziali), 52enne di Gallipoli deferito in stato di libertà dai carabinieri della locale stazione. L’uomo ha tentato di ‘ribellarsi’ con modi aggressivi alla multa che gli uomini in divisa gli stavano facendo.

L’alt è stato “fatale”

Tutto è nato quando gli i carabinieri, impegnati in un servizio di controllo alla circolazione stradale, hanno alzato la paletta per fermare il 52enne che ha mal digerito la contestazione della violazione alle norme del Codice della Strada. Insomma, la multa proprio non gli è andata giù… tanto che, davanti ad alcune persone, testimoni dell’accaduto, ha cominciato a inveire contro i due militari che stavano scrivendo il verbale. Frasi ingiuriose e minacciose, ascoltate anche dai presenti.

Non solo. Per evitare la multa ha strappato dalle mani dei carabinieri la carta di circolazione. In questo modo, pensava di farla franca.

Alla fine è tornata la calma: il 52enne si è beccato la sanzione e, insieme ad essa, anche una accusa per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’autorità giudiziaria è stata informata dell’accaduto.



In questo articolo: