Paura a Torre Lapillo. Ordigno esplode davanti ad una villetta

L’episodio avvenuto oggi. La bomba, di basso potenziale, sarebbe stata fatta deflagrare nella mattinata, ma non si è ancora stabilito l’orario esatto. Indagano i militari dell’Arma.

Ancora non si conoscono le cause che hanno portato al gesto, a fare chiarezza saranno, come sempre, le autorità inquirenti che si occuperanno di svolgere le ricerche.

Nella mattinata di oggi, infatti, ancora non si conosce con precisione l’orario, una bomba è stata posizionate e fatta esplodere davanti ad una villetta di Torre Lapillo di proprietà di due coniugi di Novoli, lui architetto, lei commerciante.

L’ordigno esplosivo, probabilmente di basso potenziale, non ha creato grossi danni alla struttura, che insiste su Via Racale e  ha solo deteriorato la porta  d’ingresso dell’abitazione.

Avvolte le mistero, ripetiamo, le motivazioni alla base del fatto. La coppia, infatti, ha dichiarato alle Forze di Polizia di non aver mai subito alcuna minaccia o intimidazione.

Una volta avvertiti sul posto sono immediatamente intervenuto i Carabinieri della Stazione di Porto Cesareo e i militari della Compagnia di Campi Salentina che si sono subito messi al lavoro.

Spetterà a loro, a cui sono state affidate le indagini del caso fare chiarezza su quanto accaduto.



In questo articolo: