Paura in mare per 450 clandestini soccorsi all’alba

Terminato all’alba l’intervento dell’Aeronautica militare italiana a supporto delle operazioni di soccorso della nave Ezadeen. A bordo oltre 400 migranti senza equipaggio.

Soccorso, recupero, aiuto a favore dei tantissimi clandestini che ogni giorno cercano di sbarcare nel nostro territorio. Il nuovo anno si apre come si era chiuso quello vecchio. Da Gallipoli a Leuca la musica non cambia e le coste, da quella jonica a quella adriatica, sono costrette ad essere teatro di continui disperati tentativi.

Nuovo intervento d'urgenza nella notte per soccorrere un mercantile alla deriva. L'elicottero HH-139 dell'Aeronautica Militare, questa notte, nonostante le difficili condizioni meteorologiche, ha consentito a tre operatori della capitaneria di Porto di calarsi sulla nave cargo Ezadeen, con a bordo centinaia di migranti, che si era fermata per un black out a circa 40 miglia a largo di Capo di Leuca.

Proseguono le operazioni di soccorso dell'elicottero dell'84esimo Centro S.A.R. (Search and Rescue) di Gioia del Colle (Bari) che nella notte è stato impegnato ad imbarcare tre medici della nave TYR della guardia costiera islandese della missione Frontex, che sta attualmente scortando la Ezadeen.



In questo articolo: