Quasi 2 quintali di marijuana sul litorale di San Foca. Operazione dei carabinieri

Nella marina di Melendugno i carabinieri della Compagnia di Lecce e della stazione di Melendugno hanno ritrovato quasi 2 quintali di marijuana sul litorale di San Foca.

Un imponente sequestro di marijuana è avvenuto questa mattina nella marina di Melendugno. Dei malviventi coinvolti nel traffico illecito nessuna traccia. Le indagini continuano.

Erano soltanto i primi giorni del mese di gennaio che la Guardia di Finanza aveva bloccato un gommone carico di 30 borsoni di marijuana e bloccato lo scafista albanese. Oggi un'attenta operazione condotta dai carabinieri dell'Aliquota operativa della Compagnia di Lecce e dai colleghi della stazione di Melendugno ha portato al ritrovamento di quasi 2 quintali della stessa sostanza, lasciando chiaramente intendere che il traffico di droga sulle coste salentine non accenna a placarsi. 

L'operazione dei militari è avvolta, per il momento, dal più assoluto riserbo, ma pare che la marijuana sia stata trovata abbandonata a San Foca, marina di Melendugno,  nei pressi di un'abitazione, forse in attesa di essere ritirata da qualche corriere. 

La sostanza era suddivisa in 162 panetti e contenuta all'interno di 7 borsoni che giacevano senza un apparente proprietario, a due passi dal mare laddove sorge l'abitazione, in località Runchia. Il peso complessivo della sostanza si aggira sui 186 chilogrammi, ed era già essiccata e pronta per essere immessa sul mercato. I militari hanno atteso invano che arrivasse qualcuno per poter mettere le mani, magari, sui trafficanti. Ma nulla, nessuno si è presentato e i carabinieri hanno proceduto al sequestro dei panetti. Le indagini sono in corso per risalire ai responsabili del commercio illecito.



In questo articolo: