Rapina con pugnale al supermercato, arrestati due giovanissimi

Nel tardo pomeriggio di ieri si è consumata una rapina all’interno del Superday di Cutrofiano. I due giovanissimi sono stati arrestati dopo essere stati riconosciuti dagli agenti di Polizia in servizio nella zona di Galatina.

Il tentativo di fuga dopo la rapina non è servito a nulla, due giovanissimi sono stati arrestati in fragranza di reato. Si tratta di Salvatore Saracino, 18enne, e Davide Polimeno, 24enne. Entrambi sono nati e residenti a Cutrofiano e, nonostante la giovane età, erano già ampiamente conosciuti dalle forze dell’ordine. Proprio a Cutrofiano si è consumata la rapina nel tardo pomeriggio di ieri all’interno del “Superday”, sulla via che dal suddetto centro salentino porta a Supersano.

Saracino è entrato all’interno dell’esercizio commerciale, travisato da passamontagna, brandendo un coltello, stile pugnale e con quest’ultimo puntato all’addome, ha minacciato la cassiera, intimandole di farsi consegnare l’incasso della giornata. La ragazza, ovviamente spaventata, ha consegnato il denaro al malvivente che, intanto, ha minacciato anche la cassiera che si trovava affianco. Il rapinatore è riuscito a farsi consegnare 1200 euro in totale ed è subito fuggito a piedi per le strade limitrofe, facendo perdere le proprie tracce. Nel frattempo Saracino, durante la fuga, è riuscito a cambiare i propri indumenti, dimenticandosi però delle scarpe che è stato l’elemento che lo ha incastrato.

Nel frattempo, all'ingresso del supermercato, lo stava attendendo Polimeno, che è stato notato mentre con una bicicletta ha imboccato una stradina limitrofa. La fuga dei due, però, è stata interrotta quasi subito dagli agenti di polizia. Polimeno è stato immediatamente bloccato e dopo qualche istante sul suo telefonino è giunta una chiamata alla quale ha risposto un agente. Si trattava di Saracino che, ancora in fuga, stava fissando un appuntamento "alla villetta". Un’altra volante, intanto, si era recata all’interno dell’esercizio commerciale rapinato per farsi raccontare la dinamica dell’accaduto e le caratteristiche fisiche del ladro. Molto importanti sono stati i dettagli sulle scarpe e la corporatura minuta di Saracino.

Gli agenti, dopo qualche istante, hanno fatto irruzione all’interno della villetta in cui i due pensavano di essersi dati appuntamento e, dopo aver individuato grazie ai dettagli che avevano ascoltato dalla cassiera del supermercato, il ragazzo, si sono fatti immediatamente consegnare l'incasso e l'arma. Durante le successive perquisizioni domiciliari, inoltre, a casa di Polimeno sono stati ritrovati 16 grami di marijuana già confezionata in dosi e un bilancino di precisione. I due sono stati condotti presso il carcere di Borgo San Nicola.



In questo articolo: