Assalto armato alle poste di Merine, minacciano i presenti e fuggono via con il denaro. Caccia ai malviventi

La rapina avvenuto intorno alle ore 8.45 presso l’ufficio postale. Hanno agito in due, mentre un terzo complice li attendeva in auto pronto alla fuga. Indagini affidate ai Carabinieri.

Attimi di vero e proprio terrore si sono registrati questa mattina presso l’ufficio postale di Merine, la frazione di Lizzanello.

Le lancette dell’orologio segnavano all’incirca le ore 8.45, quando, tre persone, con il volto travisato da un passamontagna, a bordo di una Lancia Delta di colore scuro sono giunte presso le poste di Merine.

Due di loro armate di fucile hanno fatto ingresso all’interno dell’ufficio e, dopo aver minacciato i presenti con le armi, si sono impossessati del denaro, hanno poi raggiunto il complice che li aspettava all’interno dell’autovettura e sono fuggiti via facendo perdere le tracce.

Probabilmente non sono casuali data e orario in cui i tre hanno pianificato il furto visto che, nella giornata di oggi, si svolge il pagamento delle pensioni.

Non appena dato l’allarme sul posto sono giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri che, dopo aver svolto i primi rilievi, hanno dato il via alle indagini. Allo sviluppo delle investigazioni saranno certamente utilissimi l’ascolto dei testimoni presenti al momento della rapina e le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti all’interno e all’esterno della struttura.

La somma rubata dovrebbe aggirarsi intorno ai 1.000 euro, mentre, per qual che riguarda la tipologia di arma utilizzata dovrebbe trattarsi di fucili a canne mozze.

Sul luogo anche un’ambulanza del 118.