Rifiuti abbandonati in strada, “pizzicato” il trasgressore di via Toma. Per lui 400 euro di multa

Continua la lotta della Polizia Ambientale contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in città. Trovato il ‘furbetto’ che aveva abbandonato un bustone della spazzatura sul marciapiede di via Toma.

La Polizia Ambientale continua, senza sosta, a dare la caccia agli incivili per ‘combattere’, con tutti i mezzi a disposizione, l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in città. Capita spesso, purtroppo, di imbattersi in cumuli di spazzatura che indignano chi rispetta le regole, ma anche i tanti turisti che affollano il capoluogo barocco costretti a fare i conti con queste brutte cartoline.

La ricerca, a volte, dà i risultati sperati come è accaduto in queste ore quando ad un trasgressore è stato presentato il salato conto.

Tutto è nato ieri mattina, quando è stato trovato un bustone di colore nero abbandonato sul marciapiede di via Toma. Armati di pazienza, gli agenti hanno “rovistato” nel sacco alla ricerca di indizi utili a risalire all’autore del gesto. E così è stato: all’interno sono stati trovati elementi “incontrovertibili” che hanno permesso di inchiodare un cittadino residente nella provincia di Taranto, ma domiciliato a Lecce per lavoro, alle sue responsabilità.

All’uomo che tra l’altro abita nelle vicinanze di Via Toma, è stato contestato un verbale ai sensi degli artt. 7 e 80 del Regolamento Comunale sulla Gestione dei Rifiuti, che prevede una sanzione di 400 euro.

A carico del trasgressore è scattato anche l’avviso di accertamento per il pagamento della TARI degli ultimi tre anni.



In questo articolo: