#Segnalazione. Una discarica sotto casa

Lecce. Quintali di materiale di risulta, rifiuti, e perfino carcasse di automobili in via Enrico Ameri, nei pressi dello stadio Via del Mare. I residenti si lamentano ma nessuno li ascolta

Tra via Rapolla e la tangenziale, a ridosso di una zona residenziale particolarmente nota nei pressi dello stadio Via del Mare, da anni si registra una situazione di disagio a cui nessuno ha mai posto riparo. Scaricati per strada, a pochi passi dai cancelli di alcune villette, rifiuti di ogni tipo, materiale di risulta edile, elettrodomestici, vecchie poltrone, e addirittura carcasse di automobili. Il tutto nell’indifferenza delle autorità cittadine

Non lo diresti a guardare il decoro della zona e di certe abitazioni signorili, eppure aguzzando la vista si scoprono situazioni di degrado a dir poco incresciose. Siamo a Lecce tra via Rapolla e la tangenziale, in via Enrico Ameri, ad un passo dallo stadio comunale. Chissà cosa penserebbe il celeberrimo telecronista radiofonico delle condizioni indegne in cui si trova la strada cittadina a lui intitolata….A giudicare dalle lamentele di alcuni residenti nulla di buono, anzi.

La situazione è la più classica per definire visivamente il degrado urbano di una città che a volte vorrebbe atteggiarsi al di sopra delle sue possibilità di decoro, ma tant’è. In via Ameri, così come ci hanno segnalato alcuni lettori, troviamo scarti di costruzione, vecchie poltrone, qualche sanitario frantumato e anche pezzi di carrozzeria di autovetture. Il tutto sul ciglio della strada, così in bella mostra.

Perché nel Salento non ci sono solo quelli che hanno interrato negli anni rifiuti pericolosi, ma soprattutto quelli che li abbandonano impunemente alla luce del sole. Tanto chi se ne frega, se l’ambiente si degrada e il paesaggio si abbrutisce. E poi il Comune non ha nemmeno il tempo, la voglia e il denaro per mettersi a ripulire.
Chissà se nel dossier per Lecce capitale della Cultura, ci hanno messo anche via Enrico Ameri?